primopiano

La lunga notte degli incendi, fiamme anche a Barano

In questa calda notte di luglio, con il vento che non fa che aggravare la situazione, oltre agli incendi in corso a Lacco Ameno sulla collina di Montevico e in località Fango, e le fiamme che hanno interessato Campotese a Forio, vi è un principio di incendio anche a Barano.

Sul posto stanno accorrendo i soccorsi.

2 Comments

Click here to post a comment

  • Io mi auguro una cosa sola: che chi provoca questi incendi, possa fare la stessa fine e cioè: o avere la propria casa bruciata dal fuoco o lui stesso essere arso VIVO!!!!! sono cattiva? Sono malvagia nell’augurarmi questo? Si, sicuramente, ma mai quanto questi GRANDI MISERABILI!!!!!

  • Per prima cosa massima solidarietà alle persone che hanno subito danni, fisici, materiali e morali da questi incendi. Così come va il mio pensiero alle centinaiia di metri di natura distrutti. Oltre a ricordare l’enorme sforzo dei pompieri e di quanti si stanno prodigando per fronteggiare questa maledetta emergenze:Grazie!
    Detto questo non posso non essere polemico con le autorità e le istituzioni. Ormai conoscimo il nostro territorio e i balordi che ogni anno manifestano la loro presenza con atti del genere: è tanto difficile in questi periodi fare opera di prevenzione? é difficile dislocare uomini nei punti potenzialmente a rischio? è difficile piazzare telecamere nelle aree nevralgiche e nei sentieri? Sarebbe una buona idea controllare le telecamere delle pompe di benzina e vedere chi, nelle ore o nei giorni immediatamente prima dell’incendio, acquista combustibile?
    Ad incendio avvenuto non sarebbe il caso di controlalre le proprietà confinanti e capire se questi possono avere interessi a radere tutto al suolo?
    E ancora, nel momento che, uno di questi farabutti piromani viene arrestato, a cosa va incontro? O dobbiamo aspettarci che dopo 2 giorni è di nuovo a casa?
    Persnalmente penso che, se questi soggetti sapessore di scontare il loro gesto con anni di vero carcere e fossero costretti a pagare i danni e le spese per i loro gesti, qualcosa cambierebbe. Invece, sono liberi di agire e quando tutto va male, si fanno qualche giorno di prigione e poii sono liberi.
    Italia, 2017