primopiano

Ischia, “porti aperti” ai migranti. Di Vaia: “Quella di Salvini è una legge ingiusta”

?????????????????????????????
Non possiamo essere vittime della campagna elettorale di Matteo Salvini!. Il vicesindaco: “La verità è che siamo difronte a un vero e proprio scontro istituzionale causato da una legge iniqua, ingiusta e raffazzonata che servirà solo ad alzare il livello dello scontro sociale nel nostro paese”

Gaetano Di Meglio | Non accetta lezioni di laicità, è stato il promotore dell’apertura alle unioni civili ad Ischia e, da sempre, rappresenta una certa sinistra. Un po’ chic e un po’ radical, Gigi Di Vaia ieri mattina ha, ipoteticamente, aperto il porto di Ischia alle navi di Open Arms e di tutte quelle che hanno a bordo i migranti tanti “odiati e sfruttati” dal vicepremier Matteo Salvini. Un intervento, quello del vicesindaco di Ischia che, in questo caso, merita apprezzamento.
Non immaginiamo la reazione dei suoi commensali, ops, colleghi consiglieri comunali, ma apprezziamo l’apertura.
E così, chi di strumentalizzazione politica attira consenso come Salvini, così di strumentalizzazione politica altri, cercano consenso.
«Mi chiedo – scrive Gigi Di Vaia – quanti degli illustri commentatori che stanno criticando i sindaci “disubbidienti” conoscono le nuove norme introdotte dal governo in tema di immigrazione e gli effetti che esse avranno, ad esempio, sulle persone in attesa di regolare permesso di soggiorno».
Un post che lascia molto spazio alle interpretazioni ma se lo leggiamo con la coerenza (esiste ancora?) politica del personaggio, allora non possiamo far altro che capire che Ischia sarebbe pronta ad aprire il porto ai migranti e a quanti, per colpa di un “unno” nordico al governo, rischiano la loro vita in mezzo al mare.
Il post, nonostante non lo faccia in maniera aperta, approva l’onda dei sindaci che dicono no alla campagna elettorale di Matteo Salvini e, sulla scia di una necessità di decenza umana, decidono di rischiare in prima persona invece che morire di populismo e di campagna elettorale
Ma Luigi Di Vaia, rispondendo a qualcuno che ha commentato la sua esternazione sui social, aggiunge “Mi piacerebbe che non vi strappaste troppo le vesti di dosso per questa assurda inosservanza delle leggi dello Stato operata da quelle quattro pelli di galera dei Sindaci in questione. Il nostro ordinamento democratico non verrà giù per questo, tranquilli. Certo, avrebbero potuto aspettare, ad esempio, il verdetto della Corte Costituzionale nel merito della presunta incostituzionalità della legge di bilancio, ma hanno optato per un’azione “forte” a tutela dei diritti umani e civili di altri esseri umani. Ma, ve ne prego, non crucciatevi più di tanto, che tutto si risolverà per il meglio.”
Una precisazione, questa di Di Vaia che accompagna anche il commento di Alessia Pecchiai: “Per fare un po’ di chiarezza, al di là di ogni posizione personale e di ogni giudizio sul contenuto del decreto, in questo caso non si tratta di “disobbedienza” (“disobbedienza civile” era quella invocata da Salvini contro le unioni civili),ma di applicare la legge…”
Ma è ancora il vicesindaco di Ischia che aggiunge: “Si è schierato anche Sala, il primo cittadino di Milano mentre il presidente Anci, De Caro, afferma che i sindaci sono pronti a restituire le fasce. La verità è che siamo difronte a un vero e proprio scontro istituzionale causato da una legge iniqua, ingiusta e raffazzonata che servirà solo ad alzare il livello dello scontro sociale nel nostro paese. La cosa peggiore è che non limiterà, nemmeno in parte, il fenomeno dell’immigrazione, anzi, aumenterà il numero dei clandestini nel nostro paese».

Tags

22 Comments

Click here to post a comment

  • Questa è pura strumentalizzazione politica per attirare consensi… Il di Vaia apriisse il suo portone di casa invece del porto di tutti!

  • Vicesindaco temo che non ti sei studiato bene la norma.
    E poi purtroppo per i cittadini indifesi, in questa vicenda in campagna elettorale ci sono tutti: Salvini da una parte e soprattutto tanti sindaci di sinistra dall’altra.
    Che tristezza!!!

  • Ma pensa ai porti per gli ischitani che fanno schifo. Ma come puoi puntare così in alto quando non siete capaci nemmeno di gestire la vostra popolazione. È un lusso che non ti puoi permettere quello di accogliere altre popolazioni. Se poi è solo una affermazione simbolica campata in aria allora affermate cose tanto per aprire bocca perché penso siate consapevoli di non poter mai mettere in atto. Parlate a vuoto

  • Cercate di risolvere problemi “nostrani” come il traffico,servizi pubblici,monnezza ,ecc, non andate ad impelacarvi in problemi che sono più grandi di voi ,e questo vale per tutte le amministrazioni isolane

  • vai giggino convinci pure il tuo capo a sparà sti strunzat….mammagari foss a vota bon che vi chiudono e jettn a chiav!!!!

  • Vuole aprire i porti ?? Ok bene ma dopo però apri il portone di casa tua, sfamali, vestili, dagli un lavoro e una casa, ma con la tua tasca!
    altrimenti meglio tacere!!

  • «Mi chiedo – scrive Gigi Di Vaia – quanti degli illustri commentatori che stanno criticando i sindaci “disubbidienti” conoscono le nuove norme introdotte dal governo in tema di immigrazione e gli effetti che esse avranno, ad esempio, sulle persone in attesa di regolare permesso di soggiorno»
    Disubbidire alle leggi è sinonimo di reato.
    Si tratta di una tesi un po’ “stravagante”, questa di Di Vaia, che indica come da rispettare solo le leggi delle quali si conoscano perfettamente gli effetti!
    Le leggi, almeno in democrazie serie, non vanno capite ma vanno applicate, e coloro che hanno responsabilità politiche, di qualsiasi matrice ideologica, piccole o grandi che siano hanno il dovere (in democrazie serie) di opporvisi in maniera legale oppure, non condividendole, hanno la facoltà di dimettersi dagli incarichi pubblici per i quali sono stati eletti.

  • Dalle bancarelle del torrone e il BRUNCH natalizio ai problemi internazionali…azz….che spessore il nostro vice sindaco..
    Ma statt a cas…

  • ma pensate agli isolani piuttosto!!!
    pensate a lottare x un’ospedale e un prontosoccorso degni ,per le scuole che hanno problemi di tutti i tipi,per il trasporto su ruote e via mare,per le strade che fanno più vittime che un kamikaze…ce ne sono di cose importanti per Ischia isola e i suoi abitanti,altro che accogliere!!!vergognatevi,amministratori incapaci,andatevi a nascondere se volete fare una cosa buona! Salvini salvaci tu!!!
    p.s. intanto la DIGOS è nel Municipio di Palermo x controlli…fate un po’ voi!

  • Questo signore, tale Gigi Di Vaia, si è sforzato per prodursi in un acuto di tromba, con l’intento d’impressionare il pubblico e magari riempire le colonne dei giornali grazie alla sua performance, ma ahimè, dalla bocca gli uscito solo una loffa. Inutile e puzzolente. Come certa sinistri…

  • E’ proprio vero che quando non si sanno gestire i fatti propri si volge lo sguardo a quelli altrui…
    “Chi sa,tace e chi non sa,insegna”…verissimo!!!
    altri esempi?si spettegola degli altri sempre quando i fatti propri sono peggiori e meriterebbero attenzione,siamo sempre terra terra cmnq,e questi “politici” ci fanno solo rimpiangere altre figure ben più rappresentative,nel bene e nel male,a tutti i livelli,i vecchi democristiani in pole position!
    tiempe bell’e e’ na’ vota…(ma non tornano più)

  • L’immigrazione, è diventata solo un business, per fare soldi, e schiavizzare queste persone, con lavori in nero ,o pagati come l’elemosina ,o peggio ancora impiegati in loschi traffici. Se proprio vogliamo aiutarli ,aiutiamoli nel loro paese,,.Me nessuno lo fa ‘,perché appunto l’immigrato è una risorsa di guadagno per tutti, Questa è la verità.

  • Nessun sindaco italiano e tantomeno un vicesindaco ha l’autorità di aprire il proprio porto , quindi stia zitto …

  • Dopo aver letto tanti commenti su questo giornale in questi ultimi anni, una domanda: ischitani, perché non accogliere i migranti?
    – molti di voi sono incapaci di accogliere bene i turisti: soltanto sorrisi ipocriti. e poi, impianti non a norme e scarso livello di igiene in certi alberghi in cui quando si lamenta un turista, viene buttato fuori -esperienza vissuta personalmente in un albergo di Ischia Ponte!!
    – isola non in grado di accogliere i turisti: la rete di EAV bus non è per niente al livello di un isola che dice di essere turistica.
    – non sopportate la presenza dei vostri “cugini” napoletani che si fanno la vacanza ad Ischia in agosto.
    E ora perfino i migranti non volete?
    I migranti non sono nemici, sono essere umani, come voi!! E sono per voi l’occasione di allargare il vostro orizzonte, dato che i turisti non ci sono riusciti.

  • Ma con tanti problemi che abbiamo a Ischia (traffico trasporti crisi economica)il vicesindaco pensa agli immigrati ? Povera Ischia stiamo veramente messi male

  • Caspita. ..! Ma ce ne fosse stato uno, a favore di questo tal Di Vaia.
    erto, bisogna difendere i Diritti Umanitari !!! Dei palermitani perbene, dei napoletani perbene, dei romani perbene e di tutti gli altri italiani perbene.
    La monnezza a Napoli, Palermo, Roma, Bari, la camorra e la mafia nel tessuto socio politico nazionale, la malasanità, la scuola, i trasporti pubblici locali e regionali, e decine di altre problematiche sono vere e proprie EMERGENZA UMANITARIA per le quali, da oggi, politici quaquaraqua come De Magistris, Orlando, Nardella e Co. devono vergognarsi delle loro incapacità.

    “Non sono capaci di zappare il loro orticello, vogliono coltivare i terreni degli altri.”

    Gianni Mattera – Bergamo.

  • Caro Gigi, mi sa che qualcosa non funziona in te. Forse tu non hai capito la portata di quello che hai detto. Prima di parlare dei migranti, guardati in intorno le condizioni in cui versa Ischia. Ci avete ridotto peggio dei migranti.

  • Ma se ci sono 6 sindaci è non diete in grado di proteggere i vostro cittadini come volete accogliere e garantire un futuro a questi migranti….dai su ma nn fate ridere alle mosche….