primopiano

Ischia, morire in nome della Legge

AGGIORNAMENTO

Purtroppo l’autoambulanza non è stata fatta imbarcare. Si attendeva l’arrivo del traghetto Gestour, ma anchenqueata soluzione si è rivelata un vicolo cieco in quanto la compagnia Gestour ha cancellato una corsa. Il malato è stato ricondotto in ospedale.

Questa mattina è in corso, sulla banchina del porto di Ischia, una protesta della Croce Rosa con Rosa Iacono.

Al centro la questione dei mancati imbarchi delle autoambulanze e non solo.

Questo quanto dichiarato ieri dalla stessa Rosa Iacono, presidente ADI e Croce Rosa.

“La sottoscritta Iacono Lucia Rosa Legale Rappresentante dell’Associazione Disabili Isola d’Ischia da 31 anni, nonchè dell’Associazione Croce Rosa Ischia Soccorso da 21 anni, che espleta servizio di trasporto infermi ed infortunati a mezzo ambulanza, da sempre impegnata a favore dei disagiati, degli infermi e dei più deboli, partecipante all’incontro in oggetto, ho appreso, attraverso la stampa che con il vostro impegno sono stati bloccati i licenziamenti e che è in via di risoluzione il pagamento degli stipendi arretrati ai dipendenti della struttura Villa Mercede. Non ho ancora avuto riscontro in merito alla problematica sollevata nella stessa data afferente il mancato imbarco delle ambulanze sulle navi MEDMAR. Partecipo, ulteriormente alla S.V. ill.ma che tale circostanza del mancato imbarco si è verificato nuovamente e non vedo soluzioni in merito, il tutto a discapito sempre ed unicamente dei più deboli e di chi soffre. Auspico in un Vostro incontro al fine di meglio chiarire la problematica de quo e di conoscere le iniziative da promuovere per salvaguardare la salute pubblica. – Che il Signore vi illumini e ve ne renda merito.”

Seguono aggiornamenti

Pubblicato da Il Dispari su Lunedì 10 giugno 2019

Tags

Add Comment

Click here to post a comment