Società

Ischia conquista “New York Times Travel Show” con il cineturismo

Per la prima volta la Regione Campania é stata presente al New York Times travel show, la più grande fiera turistica del Nord America. Collocato nell’area Europa, lo stand della Regione Campania ha ospitato oltre 30 tour operator campani e alcuni degli eventi della Regione. Michelangelo Messina per l’occasione, ha presentato ai Newyorkesi l’Ischia Film Festival, che quest’anno giunge alla sua diciassettesima edizione e l’Ischia Movie Tour. Il festival ha subito fatto breccia nel cuore degli americani sopratutto per le immagini della location in cui si svolge, che rappresenta il simbolo dell’Isola d’Ischia: il Castello aragonese. Il movie tour sui film girati ad Ischia, che ha preso il via dal mese di dicembre, è fruibile tutto l’anno,  non soltanto durante la settimana del festival come avvenuto in passato.  Per il mercato americano é stato presentato un movie tour ad hoc che raccoglie esclusivamente i film internazionali girati ad Ischia e maggiormente conosciuti al pubblico statunitense. From “Cleopatra” to “My brilliant friend” – così si chiama il movie tour – si svolge nel borgo di Ischia Ponte e si snoda attraverso  le locations di film quali: “Il corsaro dell’isola verde” con Burt Lancaster, “Il talento di Mr. Ripley” con Matt Damon, Jude law e Gwyneth Paltrow, “Cleopatra” con Richard Burton ed Elizabeth Taylor,  “Avanti” con Jack Lemmon e Juliet Mills e la fiction televisiva “L’amica geniale”. Quest’ultima molto apprezzata negli Stati Uniti dove ha avuto un successo straordinario grazie alla HBO. “Sono molto soddisfatto di aver avviato grazie al festival, il movie tour. Si tratta di un contatto con il pubblico americano per fargli conoscere alcune delle nostre realtà” – ha dichiarato il direttore del festival Michelangelo Messina – “Il pubblico newyorkese ha molto apprezzato l’iniziativa utile a  conoscere sotto una luce originale i luoghi di Ischia, così come ha dimostrato entusiasmo per il festival e delle location che ivi si svolge. Alcuni tour operator americani hanno sottolineato che il movie tour è un prodotto indirizzabile  anche a quei turisti americani che hanno deciso di non soggiornare ad Ischia ma di raggiungerla per fare un “day trip” di poche ore sull’isola, così come sottolineato da alcuni tour operator americani. A New York per il travel show erano presenti a promuovere l’isola d’Ischia: il nuovo presidente degli albergatori di Ischia Luca D’ambra; il past president Ermando Mennella; alcuni operatori turistici, tra cui Alessandro Leonessa della LeoHotels e Saverio Presutti della Sud Italia Hotels. La fiera si è svolta presso il Jacob Javits Center sulle rive del fiume Hudson, a due passi dal Pierre 78 che negli anni successivi alla chiusura di Hellis Island, divenne il punto d’attracco delle navi che portavano gli emigranti in America. Nonostante un freddo incredibile, nei tre giorni il New York Travel Show ha registrato la presenza di 1300 giornalisti accreditati da tutto il mondo, 560 espositori, 280 incontri, 100 proposte culturali e la partecipazione di  migliaia di turisti e tour operator. Una bella vetrina sopratutto per l’isola d’Ischia che, da qualche tempo, tra immagini di fiction e film girati sull’isola, articoli sui quotidiani statunitensi, sta diventato per gli americani una località italiana assolutamente da visitare. La prestigiosa rivista americana Forbes ha già scritto “Will Ischia Be Italy’s Next Hot Destination?” Noi speriamo di sì.

1 Comment

Click here to post a comment

  • se gli albergatori , non diventano albergatori e se i politici non diventano politici, ad ischia solo la feccia da napoli arrivera’………………………………

    da ischitano, faccio pubblicita’ a capri.

    Trogloditi