Sport

Iovine: “Bene le giocate fra le linee e le ripartenze”

COPPA ITALIA – Il mister procidano soddisfatto dopo la gara

Il tecnico dell’Isola di Procida, Giovanni Iovine, ha parlato ai nostri microfoni dopo al gara di Coppa Italia persa dai suoi ragazzi in quel di Barano contro la squadra di Billone. Ecco le parole del tecnico biancorosso:

“In due gare contro il Barano abbiamo fatto in totale 10 cambi. Quindi abbiamo provato tutti. Anche oggi (ieri, ndr) siamo partiti con in campo con 5 nati nel ’98, 1 nel ’99 ed uno nel 2000, facendo riposare anche chi obiettivamente fa la differenza. Ma il nostro spirito di quest’anno è questo: in rosa abbiamo 15 under e 9 over e, per la prima volta a Procida, su 24 calciatori ben 19 sono procidani. Ci sono ragazzi di ogni età, fra cui alcuni che non giocavano a calcio da tempo. Questo ci è stato chiesto, ovvero portare al campo i ragazzi procidani e ci stiamo riuscendo, facendolo con una rosa dalla età media molto bassa, tolti Saurino, Micallo e Di Spigna. Il nostro obiettivo stagionale? La società non ci ha chiesto nulla. Dobbiamo fare tutto con serenità e l’importante è far rinascere il calcio sull’isola. Ovviamente siamo ambiziosi, nonostante tanti ragazzi debbano crescere molto. Certamente lavoreremo e non scenderemo mai in campo per perdere le gare, in qualunque caso. Cosa mi è piaciuto dei miei contro il Barano? A tratti abbiamo fatto belle cose. Le palle giocate fra le linee con gli esterni che vengono a ricevere passaggi rischiosi mi sono piaciute molto, come alcune ripartenze in campo aperto. Vedo che c’è la possibilità di fare un buon calcio e, quindi, di cercare di vincere le partite proponendo gioco e non solo distruggendo quello altrui”.

Add Comment

Click here to post a comment