cronaca

Inarime, successo di voci, guardando al futuro

Coltiva il sogno, costruisci il futuro. Così era inciso su ogni targa ricordo che il Presidente del  Rotary Club Isola d’Ischia, Danilo Borsò, ha donato come ricordo ad ogni partecipante al Gran Concerto Inarime, tenutosi ad Ischia lo scorso 1 giugno.

E non esiste frase più azzeccata per definire il fiume di emozioni che ha attraversato le poltroncine della sala teatro dell’hotel Continental Terme di Ischia, lo scorso. Emozioni tangibili, percettibili dalla platea e visibili sul palco calcato dai vincitori e dai primi tre classificati delle  precedenti edizioni del concorso e poi dagli allievi della scuola media di Forio, trentasei voci bellissime, di ragazze e ragazzi ed una giovanissima e brillante direttrice d’orchestra. Hanno tutti strabiliato, entusiasmato ed a tratti commosso la platea per la loro bravura e tenerezza. Al timone della serata il maestro Nicola Lauro, ideatore della manifestazione Inarime, sostenuta dal Rotary Club Isola d’Ischia e giunta al suo quarto anno di vita. Uno spettacolo molto ben riuscito che ha fatto da collegamento tra il passato ed il futuro.

Il Presidente Danilo Borsò infatti, nel suo intervento, ha posto in primo piano la grande storia del Rotary Club Isola d’Ischia, quest’anno al suo trentesimo anno di vita, impegnato da sempre nel servizio, all’insegna del motto rotariano del servire al di sopra di ogni interesse personale ed ha sottolineato proprio il passaggio al secondo ciclo del progetto Inarime “Quest’anno si chiude il primo ciclo della manifestazione, sono le parole del Presidente Borsò, daremo ancora più impegno al secondo ciclo che vedrà la luce il prossimo anno e per il quale stiamo investendo energie intellettuali ed economiche, realizzeremo un progetto rivolto alle giovanissime leve ed individueremo attraverso una giuria specializzata e qualificata, il talento in erba da aiutare, attraverso una borsa di studio triennale, che consisterà nell’aiuto allo studio specialistico del giovane individuato. Questo rappresenterà una grande sfida, perché stravolgerà l’iter collaudato del primo Inarime.”

Senza dubbio possiamo dire che già il primo ciclo di Inarime, rappresentava una grande sfida. Una sfida, oggi possiamo dire vinta e vinta grazie al suo ideatore il rotariano maestro Nicola Lauro ed il Rotary Club Isola d’Ischia.

Lo spettacolo, presentato da una brillante Carmen Cuomo, attenta, incisiva e spiritosa, è stato caratterizzato dalla esibizione di quattordici giovani artisti, oltre che dal coro della scuola media di Forio, neo vincitore del primo premio di un concorso internazionale, nel mese di maggio scorso. La realizzazione è stata quella di uno spettacolo emotivo ed empatico, che ha visto il pubblico in sala rimanere affascinato e partecipe.

Assolutamente imponente, per spettacolarità di esibizione e qualità, la performance del maestro Gaetano Maschio. Particolarmente apprezzate, dopo la sua esibizione, le belle parole regalate all’indirizzo del Rotary.

Bravi quindi tutti i partecipanti: Tonia Barbieri, Angelo Francesco Monti, Imma Iaccarino, Daniele Cigliano, Alessandro Riff, Concetta Di Iorio, Carolina Silvestri, Alex Di Maio, Luigi Boccanfuso, Maria Francesca Patalano, Francesco Impagliazzo, Giada D’Angelo, Ivan Scotto Pagliara, Serena Miale ed ancora il coro della scuola media di Forio, accompagnato al piano dal maestro Restituta Irace e dal maestro Nicola Lauro.

Per ognuno dei partecipanti, nessuno escluso, impossibile non riconoscere la crescita e l’ottimo lavoro svolto.

Add Comment

Click here to post a comment