wispline
primopiano

Impalcatura alla “Corteglia”, arriva l’esposto denuncia

Viabilità, rispetto delle normative e vicinato: i lavori nella bufera

Il borgo di Ischia Ponte non è sereno e, la grande impalcatura di Via Seminario è entrata nel mirino delle forze dell’ordine. Con un esposto denuncia molto dettagliato ed inviato a Carabienieri, Ispettorato Territoriale del lavoro e ASL Napoli 2Nord un cittadino ha acceso i riflettori sulla “Illegittima e pericolosa istallazione di impalcatura mobile in Ischia Ponte alla via Seminario, sulla facciata del “Palazzo Corteglia” (di fronte ristorante Di Massa).”
«Da circa 20/30 giorni in Ischia Ponte, alla Via Seminario – si legge nella denuncia – è stata montata un’impalcatura proprio in adiacenza al “Palazzo Cortiglia”. Tale impalcatura che occupa uno spazio di suolo pubblico nella disponibilità del Comune di Ischia non rispetta le benchè minime norme di sicurezza sia per la incolumità dei lavoratori che la utilizzano quotidianamente per l’effettuazione di lavori di manutenzione alla facciata del predetto palazzo, sia per la pubblica incolumità atteso che la strada è densamente praticata da veicoli e pedoni in ogni ora del giorno e della notte. Vi è da evidenziare, infatti, che il montaggio della impalcatura appare piuttosto approssimativo, privo dei requisiti minimi che possano garantire la tenuta statica della stessa; inoltre, in più punti vi sono parti sporgenti non ben segnalate. Le barriere – continua la denuncia – di chiusura laterali sono assolutamente insufficienti; tanto è vero che si è assistiti alla caduta di calcinacci che hanno colpito talvolta pedoni e veicoli in transito. Per tali motivi è forte la preoccupazione per la incolumità pubblica dei lavoratori. Non vi è da sottacere che nella fattispecie qualora sia accertato uno stato di pericolo per i lavoratori addetti ai sensi e per gli effetti dell’art. 301 Dlgs 81/08 e ss. mod. e dell’art. 20 comma 3 Dlgs 758/94, il lavoro al cantiere va sospeso fino a quando lo stesso non venga messo in sicurezza ottemperando a quanto prescritto e disposto nel verbale di ispezione. Per questi motivi e visto lo stato di pericolo denunciato si invitano tutti gli organi preposti, ciascuno per quanto di competenza – è la conclusione con effetto bomba – ad intervenire prontamente sui luoghi descritti ed a prendere ogni opportuno provvedimento, anche di natura sanzionatoria atto ad eliminare lo stato di pericolo esistente ed a prevenire e evitare pericoli alla incolumità e alla salute dei lavoratori e di terzi».
Speriamo che presto gli organi di controllo possano fare piena chiarezza su quanto sta accadendo ad Ischia Ponte e che la sicurezza dei lavoratori, ma soprattutto dei tanti che si trovano a transitare su quel tratto viario possa essere al primo posto.
Sì perché, con la grande impalcatura montata a ridosso della strada, occupando tutto il già risicato marciapiede presente su quel lato della strada stessa, vi sono serie ripercussioni con il traffico rallentato e spesso in tilt, per non parlare delle problematiche relative alla sicurezza dei pedoni che vi transitano in prossimità o dei tendonati che devono, per forza di cose, aggirare le sporgenze alte dell’impalcatura invadendo la corsia del senso opposto di marcia. Un’opera, questa, che porta con sé tanti interrogativi, come anche i livelli di sicurezza dei lavoratori e i rapporti stessi di lavoro tra datore di lavoro ed operai che, si spera, siano tutti adeguati e rispettosi della dettagliata legislazione esistente.

www.ildispari.it

Add Comment

Click here to post a comment