Sport

Il Real Forio “batte” Mondragone e Casoria: respinti i ricorsi sulla posizione di Longo

GIUSTIZIA SPORTIVA – I due club avevano presentato una prima istanza al Giudice Sportivo e dopo il rigetto si erano rivolti alla Corte Territoriale di Appello, che ha respinto a sua volta i reclami. Storia finita? Speriamo di si

Il Real Forio resta a 17 punti in classifica. Ma ce lo aspettavamo. Solo le dirigenze di Mondragone e Casoria, con il ds viola Carlo Cristarelli che ai nostri microfoni aveva insistito nelle motivazioni, credevano il contrario. Il tesseramento di Michele Longo è stato regolarmente effettuato dal club biancoverde e quindi il calciatore è stato a pieno titolo schierato in campo nelle gare, valide per la prima e la seconda giornata di campionato, nelle quali il Real Forio ha fatto 4 punti. Mondragone e Casoria si erano appellate con caparbietà un po’ cieca all’art. 40 quater delle NOIF, comma 2, seconda parte, secondo cui “I calciatori/calciatrici “non professionisti”, trasferiti all’estero senza l’assenso della società e residenti in Italia, possono ritrasferirsi in Italia dalla stagione sportiva successiva a quella del trasferimento all’estero e soltanto presso la società italiana per la quale erano stati tesserati prima del trasferimento all’estero”. In pratica, secondo il loro criterio, Longo, dopo l’esperienza in Svizzera negli ultimi mesi della passata stagione, avrebbe potuto tesserarsi solo presso la Società Monte di Procida (la Flegrea) in questa stagione. Concetto errato.
Ecco una delle due sentenze (sull’argomento sono identiche), nelle quali la Corte chiarisce oltre ogni ragionevole dubbio:

“La Corte Sportiva di Appello Territoriale, letto il ricorso, visti gli atti ufficiali, sentito il difensore della parte appellante rileva quanto segue. La società ASD Mondragone insorge avverso il provvedimento del GST, pubblicato il 18/10/2018 sul CU n.ro 43, col quale è stato respinto il reclamo della stessa proposto in relazione alla gara in epigrafe. Nello specifico, la società odierna appellante si doleva dell’irregolare posizione del calciatore Longo Michele, tesserato per una società svizzera nella stagione sportiva 2017/2018, proveniente dall’ASD Monte di Procida e tesserato, per la stagione 2018/19, dall’Asd Forio in asserita violazione dell’art. 40 quater NOIF, comma 2, seconda parte, secondo cui “I calciatori/calciatrici “non professionisti”, trasferiti all’estero senza l’assenso della società e residenti in Italia, possono ritrasferirsi in Italia dalla stagione sportiva successiva a quella del trasferimento all’estero e soltanto presso la società italiana per la quale erano stati tesserati prima del trasferimento all’estero”. A detta della società odierna appellante, il calciatore avrebbe potuto tesserarsi solo presso la Società Monte di Procida. Si doleva altresì della partecipazione alla gara del calciatore Salatiello Francesco, asseritamente nato il 29/11/2000.Il GST rigettava il reclamo rilevando che il calciatore Longo Michele si tesserò con la società sportiva di diritto elvetico FC United Zurigo previo rilascio del nulla osta della società Monte di Procida. Quanto al calciatore Salatiello, evidenziava l’errore materiale in cui era incorso il compilatore della distinta di gara, dacché dall’esame della carta di identità utilizzata per l’identificazione del calciatore emergeva che lo stesso era nato il 18/8/2002. Con l’appello, la soc. Mondragone, con riferimento al calciatore Longo, censura la decisione del GST ritenendo, sostanzialmente, non doversi far luogo all’applicazione dell’art. 40-quater nuova formulazione al caso di specie, perché si farebbe in tal modo applicazione retroattiva della norma. Insiste nella doglianza relativa al calciatore Salatiello, sottolineando il carattere “sospetto” dell’errore e chiedendo farsi “chiarezza”. All’appello resiste la società ASD Real Forio che deduce l’inammissibilità ed improcedibilità dell’appello, in quanto notificato alla società e non al relativo difensore domiciliatario, avv. Gaetano Aita. Nel merito deduce l’infondatezza del reclamo. Va preliminarmente respinta l’eccezione in rito sollevata dall’ASD Real Forio: l’irregolarità della notifica, sanata per raggiungimento dello scopo, va infatti esclusa come sanzione alla luce dell’accettazione del contraddittorio avvenuta con la formulazione di complete ed esaustive difese nel merito. Il reclamo va in ogni caso respinto. Dagli atti del fascicolo emerge, infatti, che il calciatore Longo Michele si tesserò con la società sportiva di diritto elvetico FC United Zurigo previo rilascio del nulla osta della società Monte di Procida. Al riguardo, la difesa dell’appellante ha dedotto che l’art. 40-quater NOIF, prima della modifica che ha portato all’attuale formulazione, applicabile a decorrere dalla stagione sportiva 2018-2019, non conteneva l’inciso “senza l’assenso della società”, sicché il trasferimento in Italia poteva avvenire soltanto a favore della società italiana di provenienza, avuto riguardo alla data dell’assenso che rimonta al febbraio 2018. La CSAT ritiene, contrariamente a quanto sostenuto dall’appellante, che l’esistenza dell’atto di assenso della società Monte di Procida al trasferimento del calciatore presso la società estera costituisce fatto idoneo ad escludere l’obbligo di tesseramento presso la medesima società italiana previsto dall’art. 40-quater NOIF: il tesseramento del calciatore presso la società Real Forio è infatti avvenuto in relazione alla stagione sportiva 2018-2019 e, quindi, nell’operatività della norma novellata. Del tutto irrilevante è che l’atto di assenso risalga al febbraio 2018 (e men che meno ciò implica applicazione retroattiva della norma), dacché il “fatto” che la norma intende disciplinare è il trasferimento del calciatore alla società italiana, pacificamente avvenuto per la stagione sportiva 2018-2019. Quanto al calciatore Salatiello, dall’esame della CI n. AY8519814, indicata nella distinta di gara, risulta che egli è nato il 18/8/2002: al riguardo, quindi, va pienamente condivisa e confermata la decisione del GST. PQM la Corte Sportiva di Appello Territoriale
DELIBERA
di rigettare il reclamo e confermare la decisione del Gst pubblicata su C.U. n. 43 del 18/10/2018; di addebitare la tassa non versata a carico della società Asd Mondragone”

Tags

Add Comment

Click here to post a comment

golden goose outlet online golden goose femme pas cher fjallraven kanken backpack sale fjallraven kanken rugzak kopen fjällräven kånken reppu netistä fjallraven kanken táska Golden Goose Tenisice Hrvatska Basket Golden Goose Homme Golden Goose Sneakers Online Bestellen Kanken Backpack On Sale Fjallraven Kanken Mini Rugzak Fjällräven Kånken Mini Reppu Fjallraven Kanken Hátizsák nike air max 270 schuhe neue nike air schuhe nike schuhe damen 2019