Sport

Il cielo sopra l’Ischia è color Rubino Vico Equense battuto, la classifica sorride

L’Ischia torna da Vico Equense con un importantissimo successo in chiave promozione in Eccellenza. La squadra gialloblu, autrice di una prova magistrale, si rifà dopo il brutto 0-0 casalingo col Quartograd e condanna i vicani alla seconda sconfitta consecutiva (prima stagionale fra le mura amiche). Spietata la squadra di Ciro Bilardi, come spesso sta capitando nelle gare esterne: una rete per tempo di Gerardo Rubino (già 3 gol in gialloblu) ha fatto diventare realtà la vittoria, che gli consente di agguantare il Procida (che ha appena esonerato Giovanni Iovine) al quarto posto della classifica, a potenziali 7 punti dalla testa della stessa.

LE FORMAZIONI – L’Ischia si è presentata al completo all’appuntamento e Ciro Bilardi ha mandato i suoi in campo con un 4-4-2 che ha visto il ritorno fra i pali di Mennella, la linea difensiva formata da Calise, Monti, De Simone ed Accurso, con Ferrari, Vitagliano, Esposito e Fondicelli, Rubino ed Invernini in avanti.
Sul versante opposto, mister Spano, che ha dovuto fare a meno di Mozzillo e Varriale, ha deciso di far esordire il portiere Di Leva, classe 2001, inserendo Arenella nel tridente offensivo e Inserra a centrocampo. L’11 vicano è stato questo: Di Leva, Savarese, Staiano, Coppola, Raganati, Gargiulo, Arenella, Correale, Borrelli, Porzio, Inserra.

RUBINO SORPRENDE – I padroni di casa hanno provato a partire forte, pressando alto, e dopo tre minuti hanno sfiorato la rete con un destro da fuori di Porzio finito di poco a lato. Il dieci vicano ci ha riprovato su punizione, poco dopo, ma con lo stesso sfortunato esito. A sorpresa ospiti in vantaggio al 20′ con Rubino, lesto a sfruttare una respinta corta di Raganati su punizione di Vitagliano ed un tocco di Monti che si è trasformato in un perfetto assist. Vico furioso nella reazione, tante le mischie davanti a Mennella fino al destro di Borrelli al 29′ parato dal portiere. Bravissimo anche Di Leva al 32′ su punizione di Vitagliano deviata dalla barriera. Al 40′ sempre Vitagliano da calcio piazzato e palla che scheggia la parte alta della traversa.

ANCORA LUI – Ripresa al via senza cambi e con i locali all’assalto: Arenella al 50′ non trovava per poco il bersaglio grosso. Poche emozioni fino al 73′ quando Raganati ha reclamato un rigore perché trattenuto in area da un difensore isolano. Gol del raddoppio ospite al 77’’ con il solito Rubino, stavolta bravo nell’approfittare di un rimpallo in area vicana per la doppietta personale. A quel punto, il Vico ha provato a reagire con Borrelli, D’Urso e Porzio (palo pieno di testa) ma senza trovare lo spunto vincente che avrebbe riaperto la partita.

VICO EQUENSE 0
ISCHIA 2

VICO EQUENSE: Di Leva, Savarese, Staiano, Coppola (60’ D’Alessio), Raganati, Gargiulo, Arenella, Correale (67’ D’Urso), Borrelli, Porzio, Inserra (78’ De Simone). A disposizione: Navarra, Oliva, Imperato, De Gennaro, Marciano, Mottola. All.: Spano

ISCHIA: Mennella, Calise, Accurso (87’ Sirabella), Monti, De Simone, Ferrari, Esposito, Vitagliano, Rubino (73’ Trani), Fondicelli (63’. Iacono), Invernini. A disposizione: Tufano, Napoleone, Del Deo, Conte, Abbandonato, Chiaiese. All. Bilardi

ARBITRO: Simone Palmieri della sez. di Avellino (Ass.: Vincenzo Massa di Torre del Greco e Gaetano Maria Gaeta di Nocera Inferiore).

Reti: 20’ e 77’ Rubino (I)

Ammoniti: Inserra, Savarese, Arenella) (V), Esposito, Accurso (I)

Recupero: 1′ p.t., 5′ s.t.

Spettatori: 250 circa, con una discreta rappresentanza ospite

Add Comment

Click here to post a comment