primopiano

#giornoperso1. Si inizia col trucco: dove sono le dimissioni della giunta?

Enzo, che ha sbagliato a nominare la giunta monca e oggi si trova con le zavorre di Paolo Ferrandino e Gigi Di Vaia, in consiglio comunale ha annunciato che gli assessori nominati lo scorso 24 maggio avevano consegnato nelle sue mani le loro dimissioni. Queste sono state protocollate? Perché non si rendono pubbliche e ufficiali queste le dimissioni?  

Come aveva annunciato ieri, il sindaco di Ischia si è dimesso dalla sua carica di primo cittadino. Un anno dopo la sua elezione, Enzo Ferrandino, ha dovuto prendere atto in consiglio comunale di non avere i numeri per continuare ad amministrare. Una lunga crisi politica, iniziata appunto il giorno dopo le elezioni scorse, che tiene in ostaggio un intero paese.

Con la nota protocollo N. 17093 del 13.06.18 il sindaco si è dimesso dalla carica al fine di consentire un più facile salto della quaglia all’inesperto Antonio Mazzella. Un passaggio più veloce ad Antonello Sorrentino tra le fila della maggioranza e, se ci riesce, a fregare Domenico De Siano e Gianluca Trani dopo avergli sfilato i due consiglieri comunali.

Almeno questo era il disegno  iniziale che poi si è frantumato con le dichiarazioni, farlocche al pari delle dimissioni, del capogruppo con la passione per la monnezza e del senatore De  Siano.

Ma il furbo Enzo Ferrandino, davvero pensa che siamo tutti enrichi?

Come tutti sapete, le dimissioni dei consiglieri comunali sono immediate. Quelle del sindaco hanno effetto dopo 20 giorni. Quelle degli assessori sono, invece, soggette ad accettazione da parte del sindaco.

Enzo, che ha sbagliato a nominare la giunta monca e oggi si trova con le zavorre di Paolo Ferrandino e Gigi Di Vaia, in consiglio comunale ha annunciato che gli assessori nominati lo scorso 24 maggio avevano consegnato nelle sue mani le loro dimissioni. Queste sono state protocollate? Perché non si rendono pubbliche e ufficiali queste le dimissioni?

Perché, una volta protocollate le dimissioni, Paolo e Gigi possono dire addio al posto in giunta? Perché le dimissioni non vengono rese pubbliche? Si sta giocando con l’inganno come è stato fatto fino ad oggi?

Se è vero che le dimissioni erano state consegnate nelle mani del sindaco ieri mattina, vuol dire che gli assessori presenti in consiglio comunale ieri erano dimissionari e quindi non in carica mentre erano seduti al tavolo degli assessori? Un’altra farsa? Un’altra sceneggiata nel consiglio comunale con l’avallo della minoranza compiacente e con la bava alla bocca di poter tornare ad ingozzarsi al tavolo del potere?

Domande. Semplici domande…

Tags

1 Comment

Click here to post a comment