primopiano

Forio eletta tra le “Best Practice” dal G20 Spiagge

La progettualità del comune di Forio tra le Best Practice emerse durante il G20 Spiagge svoltosi a Bibione è solo uno degli ottimi risultati raggiunti durante uno dei summit più importanti del momento a livello nazionale.

Da Forio, per prendere parte ai tavoli tecnici ed istituzionali, erano partiti l’assessore Luigi Patalano e l’avv. Alessandro Barbieri.

“E’ stata, per Forio, una esperienza più che importante, tra confronti su tavoli tecnici e scambi di idee e di iniziative. Il G20 Spiagge, alla sua prima edizione, ha raccolto non pochi consensi giungendo alla ratifica di un documento molto importante per le 20 destinazioni che vi hanno preso parte e, più in generale, per tutte le località costiere – commenta a caldo l’assessore Patalano, che aggiunge – per il territorio di Forio abbiamo preso parte a vari tavoli di lavoro, sia per quanto riguarda l’ambito dei finanziamenti che della direttiva Bolkestein e non solo. Confrontarsi con altre realtà è di fondamentale importanza per migliorare sempre più ed aggiornarsi sulle novità e sulle opportunità da cogliere.”

Ottimo anche l’intervento dell’avv. Barbieri, esperto delle tematiche affrontate in alcuni dei tavoli di lavoro. “Abbiamo avanzato, tra le altre, proposte volte alla risoluzione delle problematiche afferenti i rinnovi e i rilasci delle concessioni demaniali marittime in scadenza al 31/12/2020 sia nell’ottica di una revisione del quadro normativo vigente sia a normativa invariata – aggiunge l’avv. Barbieri – Quella che mi vede proponente ha ottenuto il maggior consenso tra i tecnici e gli amministratori pubblici partecipanti ed è stata inserita nel documento unico siglato dalle amministrazioni partecipanti.

L’iniziativa del Sindaco del Comune di San Michele al Tagliamento – Bibione Pasqualino Codognotto, che vede coinvolti 20 comuni costieri, ha disegnato modelli e best practice di cooperazione necessaria tra le varie realtà turistiche italiane tendenti all’innalzamento della qualità dei servizi ed alla loro piena inclusione”.

I NUMERI DEL G20 SPIAGGE

Ben 260 partecipanti tra sindaci, assessori regionali, esponenti della politica nazionale, esperti, operatori turistici, studiosi, giornalisti e opinion maker. Venti spiagge, le prime in Italia per presenze con 60 milioni di turisti accolti ogni anno, pronte a fare sinergia e a creare un coordinamento strategico. Tre giorni di eventi e 16 tavoli di lavoro con un unico, grande obiettivo: scrivere il futuro del turismo balneare italiano.

Al G20s sono state invitate le località balneari di sette regioni: accanto alla spiaggia veneta di Bibione, le corregionali Cavallino Treporti, Jesolo, Caorle e Chioggia; le friulane Lignano Sabbiadoro e Grado, la riviera romagnola e l’Emilia con Rimini, Riccione, Cesenatico, Bellaria-Igea Marina, Comacchio, Cervia e Cattolica; la Campania con Sorrento, Forio e Ischia, Vieste per la Puglia, Castiglione della Pescaia per la Toscana e la Costa Smeralda con il comune di Arzachena.

Tags

Add Comment

Click here to post a comment