Sport

Forio Basket: quanti temi nell’assemblea

foto di repertorio
Il presidente Vito Iacono tocca diversi argomenti nell’assemblea e spiega le difficoltà incontrate

Alessandro Mollo | Le dimissioni rassegnate provocatoriamente dal presidente Vito Iacono non hanno prodotto l’effetto sperato, ma qualche interessante proposta avanzata dai presenti e che sarà discussa in un nuovo incontro fissato per Giovedì pomeriggio. Nonostante i tanti inviti partiti nei giorni scorsi, nessun volto nuovo desideroso di interessarsi alle sorti della squadra foriana era presente all’Assemblea del Forio Basket. “Abbiamo ricevuto aggressioni gratuite, anche in maniera volgare e violenta. Mi aspettavo che chi ha condiviso in passato la storia del Forio Basket, raccogliesse la nostra provocazione. E invece nulla” ha affermato il patron Vito Iacono. A recarsi alle 18 alla Romantica, il rinomato ristorante sul lungomare di Forio che ha ospitato l’assemblea della società rossa, vi erano persone già appassionate e vicine ai colori foriani: i coach Umberto Elia e Claudio De Feo, i giocatori, con Barbieri e Russelli a rappresentare la prima squadra ma anche con tanti giovani, ed i genitori. Il patron Vito Iacono ha, prima di iniziare l’assemblea, chiarito privatamente alcuni aspetti relativi alla querelle del campetto con i ragazzi presenti. Poi, una volta aperte le danze, ha dato sfogo a tutto il proprio rammarico. Nonostante gli eccezionali risultati sportivi conseguiti nelle ultime annate, la piazza non si mostra sensibile alle difficoltà, economiche e non, sopportate dalla società foriana. Nessuna attenzione, nessun aiuto, nonostante il Forio nutra ancora la speranza di accedere alla serie B. Iacono si dice stufo di dover cercare continuamente contributi, quasi come se stesse chiedendo l’elemosina ad una realtà poco attenta al Forio Basket, e racconta dei rifiuti ricevuti alle proprie richieste da alcuni imprenditori in quanto già supportavano altre realtà. A preoccupare non sono solo gli oneri pecuniari ma anche l’assenza di collaboratori che siano operativi e vicini alla società. L’amarezza del patron foriano diviene ancor più forte quando l’argomento si sposta toccando altri punti. Iacono afferma di essere stato definito “accentratore” , e dopo aver respinto l’etichetta riservatagli, chiede a gran voce che nell’opera del Forio Basket non vi sia alcun pregiudizio di natura personale relativo alla sua figura “Ho ricevuto offese, qualcuno dice che sia accentratore e che io faccia da tappo, a cosa ancora non mi è chiaro. Non accetterò nessuna altra offesa gratuita che resti sotto silenzio. Mi interessa che i ragazzi giochino. Non c’ è mai stato nulla di personale, ma la volontà di portare avanti progetti ambiziosi e onerosi” è ancora lo Iacono pensiero al termine dell’Assemblea. L’idea proposta dal presidente porta ad un reperimento di risorse attraverso idee e occasioni che permettano agli atleti di trascorrere del tempo insieme e, al tempo stesso, di raccogliere fondi. L’esempio richiamato è quello delle cene svolte in politica per recuperare risorse. Dopo lo sfogo, si inizia a guardare al futuro. Non è sfumata la possibilità di esser ripescati in Serie B: al Forio Basket è giunta una comunicazione dalla Federazione con la quale si informavano i rossi che i giochi non son stati ancora affatti e che le chance degli isolani non sono tramontate. Sull’ isola un accordo di collaborazione potrebbe nascere, invece,-lo annuncia lo stesso presidente- con la Cestistica Ischia. Dopo alcune tensioni vissute in passato, i due club si sono riavvicinati e nelle prossime ore si parleranno per comprendere se vi è la possibilità di svolgere alcuni discorsi insieme. Sono tanti gli arogmenti toccati dal patron, sollecitato anche da alcune domande delle persone giunte al ristorante “La Romantica”. Tra i presenti prende la parola il comandante Gianni Gallo che propone al presidente di dotare la società di una struttura nelle quale operino più persone, ognuna con un compito specifico. Iacono ascolta e fissa un appuntamento per giovedì prossimo con l’autore della proposta nonché con quel ristretto gruppo di persone che potrebbero collaborare attivamente. Dal nuovo incontro verrà fuori l’organigramma societario di quel Forio che ancora spera nella Serie B, consapevole che se sarà serie C sarà ugualmente un prestigioso obiettivo. Sebbene l’amarezza non sia ancora alle spalle, il Forio Basket è ripartito.

Add Comment

Click here to post a comment