primopiano

Forio, arriva l’ordinanza salva-palma simbolo

Lamonica scopre la situazione di pericolo e ordina al privato di provvedere alla messa in sicurezza

Ugo De Rosa | C’è voluta la nostra denuncia, su segnalazione del legale della famiglia Pezzillo, per svegliare gli occupanti degli uffici comunali di Forio e far emanare l’ordinanza per la messa in sicurezza della palma simbolo del paese che minacciava di abbattersi sullo storico palazzo.
L’arch. Lamonica ha finalmente adottato l’ordinanza. Richiamando non solo le segnalazioni al Comune dei Pezzillo, ma anche di altri cittadini che giustamente avevano fatto presente il pericolo e richiesto che l’Ente si attivasse. Nello specifico, una nota di Gennaro Oliviero del 27 febbraio, «con la quale si segnala il grave pericolo per la presenza di una palma nel giardino contiguo, che allo stato è inclinata di 50»; quella dei Pezzillo del 2 marzo, «con la quale si segnala la pericolosità della palma che risulta appesantita da un’ingombrante edera»; quella del 4 marzo di Francesco Giovanni De Rosa, che «in nome e per conto per di altri sigg.ri De Rosa e Sig.ra Francesca D’ Atri, tutti proprietari di immobili siti al civico 9 del Corso Francesco Regine, segnala lo stato di pericolo per l’inclinazione di una palma secolare». E inoltre il rapporto della Polizia municipale del 4 marzo che riferisce: «Sono pervenuti a questo ufficio gli esposti in oggetto nei quali si lamentano uno stato di pericolosità derivante da un albero di palma inclinato in Via F. Regine n. 9. L’accertamento effettuato in loco ha consentito di accertare che nella proprietà del Sig. Marco Morgera, effettivamente insiste un albero di palma molto alto completamente avvolto da piante rampicanti ed inclinato sul lato. Pertanto si invita l’autorità in indirizzo ad effettuare gli accertamento di competenza».
Il rup Lamonica richiama anche l’ultima istanza dell’avv. Caserta «in nome e per conto dei Sigg.ri: Giovanni Pezzillo Iacono, Anna Corvino e Lucia Pezzillo, si segnala ulteriormente il pericolo imminente rappresentato dalla palma inclinata». Perché appunto il legale dei Pezzillo aveva già sollecitato varie volte nel tempo il Comune ad intervenire.
E nell’ordinanza si apprende di un sopralluogo dei tecnici dell’Utc del 7 febbraio scorso, nel corso del quale veniva accertato che «al Corso F. Regine, nel cortile interno al palazzo Morgera prima e palazzo adiacente Pezzillo dopo, si è constatato che una delle due palme ubicate nel giardino retrostante del palazzo Morgera e più precisamente quella sul lato destro per chi entra, si presenta con una significativa inclinazione verso Sud. Tale pianta avente altezza oltre mt. 20 è posta nel giardino di proprietà del Sig. Morgera Marco a circa a 3 metri dal muro di confine con la proprietà limitrofa, fino alla sommità è invasa da una pianta di edera che ha aumentato la superficie del tronco esposta alla spinta del vento con conseguente maggiore oscillazione e pericolo di caduta. Ulteriori valutazioni potranno essere effettuate anche con l’ausilio di un dottore agrario, solamente previa rimozione dei predetti rampicanti per avere una visione diretta delle condizioni del tronco».
Ebbene, dopo la segnalazione a Il Dispari dell’avv. Caserta si sono accorti «che tale situazione di precarietà statica, a seguito di ulteriori avverse condizioni meteo, potrebbe accentuarsi comportando la possibile caduta dell’albero con conseguente pericolo per le persone e cose». Ricordandosi anche che la palma «fa parte del panorama urbano di Forio ovvero del cosiddetto skyline».
E dunque si ordina a Marco Morgera «di provvedere alla messa in sicurezza della palma secolare con eliminazione del pericolo, adottando ogni accorgimento atto a garantire la salvaguardia della stessa che fa parte dello skyline del panorama urbano di Forio». aggiungendo che «Qualora la messa in sicurezza con l’eliminazione del pericolo non venisse eseguita nel termine perentorio di sette giorni naturali e consecutivi, dalla data di notifica della presente ordinanza, sarà avviata procedura d’ufficio in danno».
I cittadini interessati sicuramente verificheranno che ciò accada, vista l’inerzia finora dimo

Tags

2 Comments

Click here to post a comment

Rispondi a Giovanni Cancel reply

  • Il fatto che c e voluta una vostra segnalazione per far svegliare chi viene pagato per tenere sotto controllo il territorio, non solo l UTC ma anche i vigili urbani, nonché i consiglieri comunali tutti sia di maggioranza che d opposizione, denota che questi “SOGGETTI” o dormono su a zizz mocc oppure se ne strafottono altamente del paese che governano. A voi la scelta.

  • A onor del vero anche l’edera su quel tronco ormai fa parte dello skyline di Forio, che può vantare così un esemplare unico di ibrido palma-abete. Tutti a stracciarsi le vesti e raccogliere firme per impedire che un vescovo entri nel merito della nomina di un parroco, e mai nessuno che IN ANNI di manifesta incuria abbia preso per il cravattino il proprietario della palma perchè ponesse rimedio. Ma governo e popolo non possono occuparsi delle cose terrene. Poi chissà che quel giorno la palma non saluti l’ingresso del nuovo parroco mettendosi in orizzontale.