primopiano

Enzo Occhi Blu: “Morite di Freddo” Alla Scotti, termosifoni ko: si aspettano le “pastette” da Ischia Ambiente

“Medie” al freddo in attesa che Ischia Ambiente completi l’iter di una “gara” fantasma e mai pubblicizzata. Al Palazzetto si scappa dallo sporco e dal freddo!

Gaetano Di Meglio | Il presidente del consiglio di istituto della Scuola Media Giovanni Scotti, il cognato di Andrea Lucibello direttore di Ischia Ambiente, la partecipata che si occupa della manutenzione del patrimonio comunale, fa saper che “In merito alla situazione dei riscaldamenti comunico che nel pomeriggio (di ieri, ndr) mi sono sentito con il sindaco ed ho fatto presente della situazione di emergenza sia in merito al funzionamento che alla manutenzione ordinaria e straordinaria dell’impianto di riscaldamento. Inoltre domattina (oggi per chi legge) mi recherò dalla dirigente per affrontare la situazione. Confido nella collaborazione di voi tutti e vi aggiornerò appena si avranno ulteriori sviluppi. Farò presente che alla luce delle previsioni meteo è previsto un abbassamento delle temperature e per salvaguardare la salute dei nostri figli e le regolari attività didattiche bisogna intervenire quanto prima. Grazie a tutti. Armando Ambrosio (Presidente del Consiglio di Istituto SMS “G. Scotti”)»
E così i figli della gente di Ischia si devono “morire di freddo” e devono avere la stessa sorte dei ragazzi dell’Albeghiero di Fondo Bosso, plesso della Città Metropolitana dove Ambrosio insegna, che restano al freddo e al gelo.
Una situazione a dir poco ridicola che espone, come al solito, il primo cittadino di Ischia alla valutazione dei cittadini di Ischia che si troveranno con i figli, i fratelli minori e i nipoti morti di freddo o costretti ad andare a scuola con i plaid, con le borse dell’acqua calda o qualsiasi altra soluzione.
Quando era vicesindaco, per non perdere i voti di un suo elettore, Enzo Ferrandino costrinse la sezione H ad una lunga e sofferente situazione di freddo assurdo. Oggi, che è sindaco, si torna un’altra volta a parlare di freddo nella scuola comunale! Un assurdo! Una situazione paradossale che questo cattivo sindaco, questo pessimo amministratore non ha saputo gestire prima. Perché?
Perché ha dovuto garantire che a Ischia Ambiente si facesse “finta” di affidare l’appalto per i servizi di idraulica attraverso una misteriosa e nascosta manifestazione di interesse che, espletata l’altro ieri pomeriggio, ha fatto vincere all’azienda che già operava per Ischia Ambiente. Uno dei “raccomandati” della Sciarappa che ora presterà i suoi servizi alla partecipata comunale ma c’è bisogno di attendere l’espletamento di tutto l’iter.
Per quanto tempo i ragazzi delle medie dovranno stare al freddo? Questa mattina, la temperatura percepita è di 7,5° C. Un freddo esagerato ma il riscaldamento alla Media Scotti è rotto! E’ assurdo.
Freddo al Palazzetto dello Sport per gli sportivi nonostante gli investimenti e i lavori pubblici fatti male, freddo alla Scuola Media perché la manutenzione dell’impianto non è stata realizzata. Perché? Perché la politica ischitana doveva affidare gli incarichi a qualche azienda che porta voti e se ne è fregata di lasciare i nostri figli al freddo!
Per quanto tempo ancora, i ragazzi delle Medie dovranno soffrire il freddo? Possibile che non ci si poteva organizzare prima ed evitare questo, ennesimo, disservizio?
Un’amministrazione impegnata solo a gestire i grandi appalti pubblici, “veicolare” le gare facendo perdere finanziamenti europei.
Un problema così evidente che anche Gianluca Trani se ne è accordo. «Ancora problemi – scrive Trani, che sembra in letargo – nelle strutture sportive, problemi che si trascinano ormai da anni. Tra i tanti, segnaliamo la situazione del palasport Federica Taglialatela dove, nonostante il mega finanziamento di 1,6 milioni (su piscina e palazzetto), anziché installare un nuovo impianto di riscaldamento con pompa di calore elettrica (come da progetto) si è preferito consentire alla ditta di revisionare la vecchia unità esistente, ormai non più adeguata alle esigenze. Per la serie, dove si sperpera e dove si risparmia (male). Peccato che qui si è risparmiato sulla sicurezza dei giovani atleti, perché la condensa che continua a formarsi è molto pericolosa per chi fa sport. non dimentichiamoci, poi, il freddo per i bambini che fanno sport… Auguriamoci che il buon senso arrivi anche al palazzo comunale, ma soprattutto auguriamoci che l’incubo che stiamo vivendo finisca al più presto…»
E nel merito del disservizio alla Scotti aggiunge: “Ischia sembra essere diventata una succursale del Polo Nord o gemellata con Roccaraso. Dopo i problemi del Palazzetto dello Sport costringendo i ragazzi a lasciare la struttura per evitare di prendersi un malanno, si registra anche l’assenza di riscaldamento presso la Scuola Media. Insomma, non resta che prendere tristemente atto del fatto che quest’amministrazione non riesce nemmeno a garantire l’ordinarietà mettendo a repentaglio la salute dei nostri ragazzi. Che dire, siamo messi proprio male…»
Alla Scotti il problema è sorto al rientro delle ferie natalizie. Impianti non funzionati, non revisionati, non manutenuti che hanno accolto i nostri figli in classe fredde.
Ma il sindaco e la struttura del Comune di Ischia è venuto a conoscenza che nei giorni scorsi sono stati inviati anche, numerose, allerte meteo? L’ultima, tra l’altro, aveva come oggetto: “Protezione civile a Comuni: prepararsi al rischio neve. Precipitazioni nevose e gelate anche a quote di pianura. Ulteriore abbassamento temperature”
E al comune di Ischia non si sono preoccupati delle strutture pubbliche.
Nel frattempo si scappa dal Palazzetto. Come anticipato da Trani, infatti, al Palasport, dopo il possente finanziamento gestito male con lavori raffazzonati si scappa. Si, si scappa dal fretto e la struttura sportiva è impraticabile. Non importa l’elevatissimo costo dell’uso della tendo struttura di Fondo Bosso. Soldi buttati, condensa, freddo e solite ditte a fare lavori.

Tags

Add Comment

Click here to post a comment