primopiano

Enzo Ferrandino sbaglia un’altra volta e la colpa è del Dispari

La vera colpa di Enzo Ferrandino sono i suoi consiglieri. I soliti, quelli che lo istigano, quelli che lo espongono alla brutta figura costante. Quelli che lo rendono peggiore di quello che è. Quelli che gli fanno commettere errori su errori.
Questa mattina il sindaco di Ischia, con tutti i problemi che affliggono la nostra isola e, soprattutto, il nostro comune, torva il tempo per googolare una vecchia iniziativa de Il Dispari, la bellissima “Ottimo Lavoro” al fine di tacciarmi di “essere poco coerente”

Nei giorni scorsi lo avevo criticato in merito alla strumentalizzazione dei bambini del Marconi, la scuola dove i docenti prendono a pugni i ragazzini, li strattonano e gli tirano le orecchie stando a quanto denunciano le mamme, e l’uso delle foto sul profilo ufficiale del comune di Ischia.

Il sindaco mi accusa di aver usato i bambini per la mia iniziativa “propagandistica”. Io, a lui, per averli strumentalizzati politicamente.

Io non sono un politico che si deve apprestare ad affrontare le prossime elezioni europee o non ho interessi politici diretti (certo ho quello di far cadere questa amministrazione e di fare in modo che mettergli il bastone tra le ruote in tutti i modi possibili) e non possono strumentalizzare, politicamente, nessuno.

Ma per onore di cronaca è bene precisare. Negli anni scorsi, come testata abbiamo promosso l’iniziativa “Ottimo Lavoro” condividendola con tutte le scuole dell’isola.

“In questo momento – è questo il cuore della mia iniziativa – molto importante per i ragazzi che lasciano il percorso della scuola primaria per entrare in quello successivo, vogliamo premiare quanti si sono contraddistinti nel loro percorso, arrivando a conquistare la massima votazione in 5a elementare. Ottimo Lavoro non è solo un riconoscimento che viene consegnato ai ragazzi meritevoli, ma è un incentivo ad andare avanti su questa strada, per raccogliere sempre più successi lungo il proprio percorso di vita. Vi chiediamo, quindi, di fornirci l’elenco degli studenti che termineranno il proprio ciclo di studi (5a elementare) presso il Vostro Istituto con la votazione massima consentita al fine di predisporre gli attestati che il direttore Gaetano Di Meglio consegnerà ai ragazzi in una mattinata speciale che avrà luogo in una data concordata assieme ad un vostro referente”

Ecco perchè abbiamo le foto con i ragazzini delle scuole. Non per iniziative politiche, non per altri scopi. La nostra mission e quella del nostro progetto è chiara “Ottimo Lavoro non è solo un riconoscimento che viene consegnato ai ragazzi meritevoli, ma è un incentivo ad andare avanti su questa strada, per raccogliere sempre più successi lungo il proprio percorso di vita.” Altro che alberi piantati.

Ecco le accuse di Enzo: “COERENZA: QUESTA SCONOSCIUTA! Il “giornalista” Gaetano Di Meglio, direttore del Dispari, vede bambini che si fanno fotografare sotto la casa comunale con Sindaco e vice Sindaco e grida, terrorizzato, al pericolo: “basta politicizzare i nostri figli !” Ed ancora, perché l’offesa non può mancare: “propaganda politica di un cattivo sindaco”. Ma non è sempre Gaetano di meglio il signore in foto (guardate bene!) che si faceva ritrarre con bambini al seguito all’interno della casa comunale nel 2016, in sala consiliare per la precusione ? Non è forse Gaetano di meglio che pubblicava la sua foto con bambini al seguito e che li utilizzava allo scopo di promuovere una sua iniziativa “propagandistica” ?
Cosa è mai cambiato? La finalità non istituzionale? Le relazioni con l’amministrazione? Qualcosa che prima funzionava ora si è rotto e ciò che prima piaceva ora diventa strumentalizzazione? Ma al puro Gaetano di Meglio è sfuggita la foto oppure è troppo preso dall’attacco all’altrui reputazione da perdere la coerenza ?Ah ecco, si dirà che la finalità non era istituzionale, che i bambini non avevano nulla da imparare.
Ebbene, in linea con le direttive del Ministero dell’istruzione, volte al potenziamento dell’attività di educazione, informazione e sensibilizzazione ambientale, il Circolo Didattico ed il Comune di Ischia, hanno deciso di far partecipare gli alunni di una classe del Marconi alla cerimonia di piantumazione di un albero di melograno nel giardino antistante la casa comunale. Tutto qui. L’onda del risentimento. “

Nel 2016, è giusto sottolineare, come testata avevamo chiesto l’uso della Sala consiliare e la presenza degli amministratori affinché il progetto potesse assumere una valenza di maggiore istituzionalità e che il “grazie” che la società riconosceva ai ragazzi che si erano impegnati fosse più importante e più serio. Sono stato io a dare ad Enzo Ferrandino visibilità con i bambini nel 2016. La sua amministrazione, infatti, non aveva nessun merito rispetto all’iniziativa. E’ inutile dirlo, loro non hanno mai promosso nessuna iniziativa che premiasse il merito!

Tags

Add Comment

Click here to post a comment