primopiano

Enzo Ferrandino, mister 2 €. «10 euro di motivi per prendere il taxi»

Nel giornale di ieri ne abbiamo parlato, come al solito, in anteprima. Oltre alla rivoluzione di Piazza degli Eori, dal comune di Ischia arriva un’altra novità e riguarda la gestione dei taxi.
Dopo quasi due anni da primo cittadino e oltre 20 da consigliere comunale, il sindaco di Ischia Enzo Ferrandino annuncia l’importante iniziativa.
In maniera sperimentale, e non ci comprende perché, il comune di Ischia non annuncia la riduzione della precedente tariffa ma la annuncia come una “nuova iniziativa”.
Fino ad ieri, infatti, la tariffa taxi predeterminata costava 12 euro. Oggi no.
Ma leggiamo l’annuncio del sindaco. «AD ISCHIA PRENDI IL TAXI A 10 EURO. In giunta stamattina (ieri, ndr) abbiamo adottato una delibera che in via sperimentale e per due mesi introduce l’applicazione della tariffa taxi predeterminata nella misura di 10 euro su tutto il territorio comunale. Dopo la pubblicazione dell’atto, chiunque vorrà prendere un taxi ad Ischia per raggiungere una qualunque destinazione sita nel nostro comune lo potrà fare spendendo solo 10 euro. Questa è una importante iniziativa, adottata con la condivisione intelligente dei rappresentanti della categoria, che consentirà in maniera trasparente e conveniente ai turisti e ai residenti di potersi spostare nel nostro comune utilizzando il servizio taxi».
E’ curioso raccontare ai lettori che quando si legge “con la condivisione intelligente dei rappresentanti della categoria” in verità si vuol dire “abbiamo barattato l’attivazione del servizio pubblico con questo taglio della tariffa solo perché il sindaco ci ha promesso che “taglia” le navette agli hotel e blocca gli NCC”.
Una previsione, questa prospettata dall’amministrazione, che fino ad ora non si ha traccia e che, cosa più importante, sia impossibile da applicare secondo le leggi in vigore.
Ma ciò che fa ridere è la campagna del comune di Ischia.
Si parte dal claim: “10 euro di motivi per prendere il taxi”. Eggià, ad Ischia i motivi si comprano.
Ma il decalogo pubblicato dal comune di Ischia fa ridere.
Prendi il taxi perché “sei più green” se vieni scarozzato per il comune di Ischia a bordo di auto diesel o benzina!
Prendi il taxi perchè “puoi brindare in tranquillità” ovvero ti puoi ubriacare senza problemi. Ma alle 8 del mattino, a mezzogiorno o nel pomeriggio, chi brinda?
Ti godi il panorama? Quale panorama ti godi in Via delle terme? O su Via Antonio De Luca? Ma il più bello è terzo motivo: “c’è meno traffico”? Perché ci sarebbe meno traffico? Quali strumenti ha varato il comune di Ischia per ridurre il taxi?
Perché un residente si dovrebbe spostare in taxi nel territorio del comune di Ischia al costo di 10 Euro? Quale vantaggio potremmo avere?

Tags

4 Comments

Click here to post a comment

  • Che pagliacciata…io spesso mi domando se siamo davvero tanto sviluppati come tutti credono. Ho avuto la fortuna di aver girato per diversi paesi ed anche i meno svilluppati (come noi crediamo) ed ho notato che li le cose funzionano decisamente meglio rispetto alla nostra isola e alla nostra cara Italia. Mai noi siamo un popolo troppo spavaldo, furbo, dove ognuno si ritiene meglio dell’altro. I paesi che noi riteniamo siano sottosviluppati sono molto piu’ avanti di noi…per non parlare dei taxi, dove prendere un taxi e’ la cosa piu’ comune specialmente tra i locali e poi turisti. Con diverse applicazione per cellulare prenoti il taxi, e paghi la somma gia’ pre-calcolata evitando pagliacciate alla napoletana. Ricordo di aver assistito ad una scena davvero pietosa e da isolano mi son sentito anche io in colpa. Una giovane coppia di italiani appena usciti dall’albergo si guardano intorno in cerca della giusta via per arrivare al centro di forio. Il furbo taxista appollaiato li fuori, in cerca di prede non perde l’attimo e propone le sue vantaggiose offerte. Io ero li e non potevono non ascoltare! Sparo’ prezzi inauditi: Citara centro Forio/Chiaia 35 euro.
    Nienta da fare, purtroppo siamo la nostra rovina, la rovina di questa bellissima isola, la rovina del sano e genuino turismo.

  • Tranquilli ad ischia la fame è vicina.. possono fare tuttio cio che vogliono.. ma i turisti vogliono meno caos meno smog più verde pubblico più servizi. Fermate autobus senza pensiline e senza orari… bus che si fermano per strada… compattattori che nel 2019 raccolgono carta e cartone sul corso principale di ischia alle 10 del mattino mentre i turisti passeggiano col volto coperto per non respirare lo smog… e soprattutto adeguamento dei trasporti marittimi.. quando avverrà tutto ciò decritto?????

  • U’ voi chiamm curnut all’asen!! Questa è Ischia mai vista una classe politica più scadente di questa fatta da incompetenti, privi di ogni minima idea di sviluppo del territorio e di cosa significa fare turismo. Ne avrei cose da dire a questi fenomeni della politica !!!

    • Bisognerebbe buttarli fuori a calci dai loro uffici. Persone serie, diligenti, ligi al loro compiti di primi cittadini e non fantocci scalda-sedia e ruba-stipendi. Che rabbia…davvero!!!!
      Ischia tanta potenzialita’ in mano di incompetenti!!!