primopiano

Dopo il campetto, la scuola chiude anche campo di basket

Gennaro Savio | Il 30 luglio 2018 come PCIM-L, oltre a denunciare lo stato di pietoso abbandono in cui versava il campetto di calcio antistante la Sede distaccata del Tribunale di via Michele Mazzella, considerato che a breve i locali del Tribunale sarebbero stati consegnati all’Istituto scolastico “Mennella”, ci preoccupammo di sottolineare che i campetti di calcio e di basket avrebbero dovuto continuare ad essere a disposizione di tutti i bambini e i ragazzi ischitani e che se necessario, rispetto a quella della scuola, si sarebbe dovuto realizzare un’entrata autonoma ai due campetti ed eventualmente delimitarli. Ebbene, ad oltre un mese di distanza dalla nostra legittima richiesta, purtroppo nessun amministratore comunale ha ritenuto dover intervenire e così nei giorni scorsi il cancello di ingresso del “Mennella” è stato chiuso con un catenaccio e ai bambini l’accesso al campo di calcetto era possibile solo attraverso un cancelletto secondario con cui si accede all’area riservata al basket. La cosa incredibile è che in queste ore, però, anche il cancelletto secondario è stato chiuso ermeticamente con un catenaccio e attualmente i bambini non possono accedere a nessuno dei due campetti pubblici: da non credere! E pensare che quei campetti, alla cui manutenzione ordinaria e straordinaria da sempre provvede il Comune di Ischia, appartengono, fosse altro che per “usucapione”, ai ragazzi ischitani che li utilizzano da decenni e ininterrottamente tutti i giorni e che oggi si vedono preclusi all’improvviso. Inoltre c’è da sottolineare che sia ai tempi del Liceo Classico che ultimamente col Tribunale, i cancelli sono stati sempre tenuti aperti, anche di notte, e non è successo mai nulla… Auguriamoci solo che in questi giorni nessun ragazzo o bambino, trovando i cancelli chiusi e preso dall’entusiasmo di voler giocare negli unici spazi sportivi pubblici presenti a Ischia, si azzardi a scavalcare le inferriate rischiando di farsi male gravemente. Di qui il nostro appello a tutti i frequentatori del campetto di basket e di calcetto. Abbiate pazienza, perché faremo di tutto per farvi restituire quanto prima i campetti di cui siete gli UNICI e legittimi proprietari. Cosa aggiungere. Sindaco Enzo Ferrandino e amministratori tutti, dopo aver promesso la realizzazione di nuovi campetti pubblici in campagna elettorale per “accalappiare” voti agli ischitani, e soprattutto ai giovani fortemente desiderosi di spazi a loro destinati, non solo dei cinque playground promessi non se ne vede ancora l’ombra, ma state consentendo persino di chiudere i cancelli in faccia ai nostri bambini e ai nostri ragazzi degli unici due campetti presenti nel centro cittadino: assurdo! Per quanto sta avvenendo, politicamente parlando se fossimo noi in amministrazione, ancor prima che come amministratori di questo paese, arrossiremmo come uomini per l’imbarazzo che proveremmo nei confronti dei più piccoli. Amministratori tutti, ora basta. Domani mattina mettete fine a questa vergogna, senza se e senza ma!!! I nostri ragazzi non meritano di essere trattati in questo modo!!! Il PCIM-L, guidato dal Segretario generale Domenico Savio, nel solidarizzare coi giovani dell’isola d’Ischia cacciati da un giorno all’altro dai campetti di via Michele Mazzella, continuerà a battersi affinché vengano riaperti quanto prima.

www.ildispari.it

Tags

2 Comments

Click here to post a comment