primopiano

Diffida prefettizia, Barano come Ischia: Paolino al rallenty

Per comprendere la giusta luce con cui va letta questa vicenda è opportuno vedere cosa accade nell’amministrazione “cugina” di Barano. Il consiglio comunale di Barano si trovava nelle stesse condizioni di Ischia: rendiconto approvato in giunta e non ancora in consiglio. L’altro ieri, 10 maggio (con 2 giorni di ritardo), il presidente Paolino Buono, ha provveduto alla notifica a tutto il consiglio comunale della diffida comunale. Una diffida che ha raggiunto via Corrado Buono l’8 maggio. Due giorni di ritardo possono essere anche accettabili e adatti ai tempi dei nostri comuni. Ma il comportamento ischitano resta grave.

«E’ troppo impegnato il presidente del consiglio di Barano. il dottor Buono per notiziarci della diffida prefettizia ci ha impiegato 48 ore. Immagino lo sforzo di completare l’invio della PEC. Se poi pensiamo che lo paghiamo solo per fare questo il commento dovrebbe essere peggiore». è tagliente il commento di Clotilde Di Meglio, il capogruppo di Progetto Comune. «Ma l’aspetto che mi preoccupa maggiormente è la conduzione lassista e distratta del sindaco Dionigi. Trovo imbarazzante recepire la bacchettata del Prefetto perché il “padroncino” del Comune non è riuscito a rispettare i termini della norma. Se non si approva neanche il bilancio in tempo, è legittimo chiedersi per cosa e come impieghino il loro tempo questi signori al Comune».

 

Tags

Add Comment

Click here to post a comment