primopiano

Demolizioni, approvato il DDL Falanga. Bye Bye ruspe!

Ci siamo. “L’Aula di Palazzo Madama, nella seduta pomeridiana del 17 maggio, ha approvato con modifiche, con 142 voti favorevoli, 51 contrari e sette astenuti, il provvedimento recante disposizioni in materia di demolizione dei manufatti abusivi (ddl n. 580-B); il testo torna all’altro ramo del Parlamento.” è questo il breve commento che appare sulla home page del sito internet del Senato. Il DDL Falanga, il tanto famoso DDL, è diventato legge. Ora serve solo un passaggio tecnico alla Camera dei Deputati perchè la legge entri, definitivamente, in vigore.

Lo abbiamo scritto tante volte: questa legge non è un condono e non ha nulla a che vedere con il sistema condonistico del nostro ordinamento, ma stabilisce solo la gradualità con cui la Procure possono procedere alla demolizione degli abusi edilizi. 5 ampie fasce per salvaguarda l’abusisivimo di necessità, ma soprattutto utilizzare i fondi a disposizione per demolire prima le opere incompiute, i ruderi e le speculazioni camorristiche o d’affari e poi, man mano che la gradualità procede, le abitazioni stabilmente occupate da civilissimi cittadini.

“L’approvazione del Ddl sugli abbattimenti è un atto di giustizia sociale, un risarcimento, seppur minimo, dovuto ai tanti cittadini campani, unici in Italia ad essere stati tagliati fuori dalla sanatoria del 2004”. Lo afferma il Presidente del gruppo di Forza del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro, per il quale “chi parla di condono mascherato o non ha letto la legge oppure è in mala fede”. “Un gande risultato dei nostri parlamentari campani, una vittoria sull’incapacità dei governi della sinistra e sulla demagogia dei pseudo-ambientalisti che di tutto si sono preoccupati fuorché di garantire il diritto alla casa ai cittadini, soprattutto in Campania”, conclude il Capogruppo regionale campano di Forza Italia.

“Non si tratta di una norma salva furbi. Semmai rappresenta un’azione risarcitoria nei confronti dei cittadini campani a cui fu impedito da una norma regionale (Bassolino Pd) poi dichiarata incostituzionale, il condono del 2004 garantito in ogni altra parte d’Italia. Con questa legge, graduando e misurando talune priorità sarà possibile di fatto, sine die, evitare costosi, ingiusti e talvolta anche dannosi abbattimenti. Forza Italia della Campania vince così una battaglia posta in campo da oltre dieci anni e la spunta contro demagogie pseudoverdiste e populismi giustizialisti. Nessun ammiccamento a furbi e deturpatori del nostro paesaggio, nulla a favore delle grandi devastazioni idrauliche e geostatiche. Si, invece, a rendere i cittadini italiani uguali: i campani che non hanno potuto fruire del condono oggi possono trarre un respiro di sollievo”. Così i parlamentari campani di Forza Italia in relazione all’approvazione della legge “Disposizioni in materia di priorità per l’esecuzione di procedure di demolizioni di manufatti abusivi”.

Tags

1 Comment

Click here to post a comment