primopiano

De Gregorio: è esodo EAV! Pensioni per 20 autisti

 

Gaetano Di Meglio | De Gregorio velocizza 20 pensionamenti in EAV e, con un colpo di magia “elettorale”, si risolve il problema degli esuberi ad Ischia. Una mossa che arriva puntuale con la partenza in terraferma del secondo scaglione di autisti isolani presso la terraferma e che, però, meriterebbe di essere inquadrata in un ragionamento complessivo anche perché, non vorremmo che il prossimo inverno ci troveremo, come negli ultimi anni, con padri ischitani “emigrare” in terraferma e, allo stesso tempo, non vorremmo turni sospesi sulle nostre strade.
«Con Decreto Dirigenziale n. 1214 del 29/12/2017, la Regione Campania – si legge nell’avviso al personale firmato da De Gregorio – ha approvato l’Avviso Pubblico per l’ammissione ai contributi di cui all’art. 5 della Disciplina del Fondo Regionale per il lavoratori delle aziende del TPL della Regione. Questa Società, tra gli strumenti messi a disposizione da tali norme, in prima soluzione e allo scopo di favorire processi di progressiva riorganizzazione, ritiene di utilizzare quello previsto della incentivazione all’esodo dei lavoratori che hanno i requisiti previsti all’art. 3 del citato Avviso Pubblico. Pertanto a partire dal 12/01/2018 e fino al 28/02/2018 potranno presentare richiesta di adesione all’incentivazione all’esodo, presso il Protocollo Aziendale, utilizzando il modello allegato i lavoratori che possano far valere un’anzianità di servizio a tempo indeterminato di almeno 7 (sette) anni presso aziende di trasporto pubblico locale operanti nella Regione Campania e che siano nelle condizioni di cessare il rapporto di lavoro volontariamente in anticipo rispetto alla data di maturazione dei requisiti anagrafici e/o contributivi previsti per l’accesso alla pensione. Nella di richiesta il lavoratore dovrà indicare la data di dimissioni presunta e allegherà un Estratto Conto Previdenziale prodotto in data non antecedente il 31/12/2016. Non potranno accedere all’incentivazione all’esodo i lavoratori che hanno in corso procedure penali avanzate, come il rinvio a giudizio, in procedimenti che riguardano il lavoratore e la Società eccezione fatta per i procedimenti penali addebitabili a fatti accaduti durante l’effettuazione del servizio (ad es. incidenti, etc.). A tali lavoratori sarà riconosciuto un incentivo all’esodo calcolato proporzionalmente alla media delle mensilità complessive corrisposte al lavoratore nell’ anno 2017 e riconosciuto per ogni mese e frazione di anticipo rispetto al minore del numero di mesi mancanti alla data di maturazione dei requisiti previsti per l’accesso alla pensione e fino ad un massimo di 20 (venti) quote. Le somme derivanti al lavoratore per effetto del riconoscimento dell’incentivo all’esodo saranno corrisposte previa sottoscrizione di un verbale di conciliazione relativo alla modalità di cessazione del rapporto di lavoro. Sulla base di proprie esigenze tecnico/organizzative la Società si riserva la facoltà di accettare, rifiutare o posticipare temporalmente le richieste pervenute dandone, in ogni caso, comunicazione scritta ai lavoratori interessati. Le domande pervenute entro il 28/02/2018 e ritenute accettabili, saranno soddisfatte nel numero massimo di 70 (settanta) che costituiranno il primo lotto di rendicontazione per la Regione Campania. Ulteriori domande – conclude l’avviso – che perverranno oltre il numero di 70 saranno eventualmente soddisfatte, sempreché ritenute accettabili, dopo aver verificato le effettive disponibilità di residui fondi stanziati dalla stessa Regione Campania per tali finalità».

Tags

1 Comment

Click here to post a comment

  • Dirigenti dell’EAV,
    Per favore mandate in pensione oppure sulla terraferma tutti gli autisti anziani -anche se raccomandati- che non rispettono i passeggeri né le persone disabili, cioè autisti che non si vergognano di domandare ad una persona disabile con il tesserino di scendere dal bus dicendo che non c’è posto per Lei, mentre sui posti riservati per le persone handicappate sono sedute persone non handicappate, quindi senza il tesserino. Il fatto è successo una domenica pomeriggio di settembre 2017 a Citara su un bus della Linea 2 diretto ad Ischia Porto. Il fatto è stato denunciato dalla persona handicappata stessa ad un capolinea del terminal di Ischia Porto.
    Dubito che questo abbia riferito ai dirigenti dell’EAV. Grazie mille.