Società

David di Donatello 2019, in finale c’è “Ischia” con Ghini e Spada

Non è stata, di certo, una sorpresa. I soliti bene informati e gli estimatori del genere lo avevano ampiamente previsto; e così è stato. “A Casa tutti bene”, il film campione di incassi che lo scorso anno (ed ancora oggi) ha portato Ischia sul grande schermo con non poca emozione, ha registrato un vero e proprio successo per quanto riguarda le nomination al tanto agognato “David di Donatello 2019”.
“C’è un po’ di Ischia nel David di Donatello 2019 – racconta Michelangelo Messina, presidente dell’Ischia Film Festival – Massimo Ghini candidato come miglior attore non protagonista per il film “A casa tutti bene’”, e Simone Spada miglior regista esordiente con il suo “Hotel Gagarin” presentato all’Ischia Film Festival. Ad entrambi I migliori in bocca al lupo.”
Due dei possibili protagonisti del premio nazionale sono due amici della nostra isola e del festival che, di anno in anno, premia le pellicole e gli addetti ai lavori che raccontano i territori attraverso le proprie opere. Un ottimo risultato, fin dalle nomination per la nostra bellissima isola.
Inoltre, la pellicola che vede Ischia come protagonista è stata candidata in tantissime altre categorie: miglior musicista, miglior canzone originale (“L’invenzione di un poeta” – musica di Nicola Piovani – testo di Aisha Cerami, Nicola Piovani – interpretata da Tosca).
Sarà una serata, per noi isolani, tutta da vivere e da seguire, occhi puntati alla tv e telecomando ben saldo in mano per non perdere nemmeno un momento della serata delle premiazioni e, perchè no, anche qualche possibile frammento isolano!
IL PREMIO
I vincitori della 64esima edizione verranno svelati al pubblico mercoledì 27 marzo 2019 nel corso della cerimonia che si terrà agli Studios della Capitale.
L’evento è dedicato ai film italiani, ma ha anche una dimensione internazionale dal momento che, come agli Academy Awards, comprende il riconoscimento Miglior film straniero.
Per i David di Donatello vi è una giuria responsabile dell’assegnazione dei premi che, attraverso varie votazioni, decreta i vincitori.
La giuria non è un gruppo ristretto di persone, ma è costituita da una vastissima lista di grandi nomi, composta dai candidati e dai premiati con il David di Donatello, dai componenti della Giunta e dagli esponenti della cultura, dell’arte, dell’industria e dello spettacolo, con particolare attenzione alle diverse categorie tecniche e artistiche, e da personalità rappresentative della società italiana.

Add Comment

Click here to post a comment