primopiano

Corso abbandonato e incendio al casotto, tutta colpa di Enzo

Gaetano Di Meglio | Che colpa ha il sindaco dell’incendio del casotto semi abbandonato della Piazzetta? La colpa dell’incuria. Incuria, strafottenza, dimenticanza, distrazione stanno caratterizzando l’operato di un sindaco assente e bloccato in una profonda crisi politica iniziata il giorno stesso dell’elezione e che perdura ancora in queste ora.
Una palude che contribuisce a tenere in ginocchio un’intera popolazione. Una comunità che resta con le ruote sgonfie e vede, giorno dopo giorno, aumentare la polvere e la sporcizia senza che nessuno metta un freno.
Mercoledì pomeriggio un incendio ha reso ancora più degradato il corso centrale di Ischia. Quella stessa zona per la quale il primo cittadino di Ischia ha incassato un “Criminale” da parte del collega Riccardo Sepe Visconti per non tener in debita considerazione sia Via Edgardo Cortese (chissà se è stata presentata una SCIA per i mercatini vicini alla pineta?).
Pochi giorni fa, da queste stesse colonne, 17 commercianti del corso avevano chiesto al primo cittadino maggiore attenzione proprio per quel “casotto”
«In zona, da appena un anno ha aperto un ristorante/pizzeria “Rosso Pomodoro” appartenente ad una nota catena, di recente c’è stata l’apertura della boutique La Fenice (ex La Pulce), prossima sarà anche l’apertura di un Luxury Resort (ex Monky Bar), oltre alle già esistenti e prestigiose attività commerciali, poco distanti sono ubicate anche strutture alberghiere a cinque stelle, questo a riprova della volontà di riqualificare la zona e farla tornare agli antichi “fasti”. Tuttavia senza l’apporto concreto e fattivo dell’Amministrazione, i tentavi di rilancio sono destinati a fallire. Da anni è stato allocato una struttura amovibile in legno, che fungeva da info point, ma che già da qualche anno da struttura amovibile è diventata fissa, tra l’altro non più funzionante. Le condotte elettriche pendono pericolosamente dai palmizi piantumati sui marciapiedi, ed ora i venditori ambulanti hanno anche effettuato degli allacci “volanti” che cozzano, oltre che con le elementari norme in materia di sicurezza (alle quali invece i titolari degli esercizi commerciali sono obbligati ad uniformarsi), anche con l’ambiente circostante deturpandolo».
Enzo ha fatto orecchie da mercante, come per tutti gli altri problemi che vive il paese. Il metodo è quello classico: se mi hai votato ti do credito, se no, fai la fila e aspetti…
Nel frattempo, è Gino Di Meglio che non si lascia scappare l’occasione per rimarcare quanto sia fallimentare la gestione del territorio da parte della maggioranza eletta.
«Tanto tuonò che piovve! Sono stato facile profeta – ci ha detto – : solo pochi giorni fa avevo denunciato la stato di degrado in cui versava un tratto del Corso di Ischia, con la permanenza di un antiestetico ed inutile nonché inutilizzato ed abbandonato casotto in legno, collegato alla rete elettrica con pericolosi cavi “volanti”. Ebbene, ieri sera, come mostrano le foto, un incendio ha interessato il casotto e solo grazie al pronto intervento dei commercianti della zona si è evitato che l’incendio distruggesse del tutto la struttura. Avevo personalmente segnalato al Sindaco – ma Gino viene irriso dal primo cittadino perché candidato con un altro schieramento politico e quindi non degno di attenzione – oltre che l’antiesteticità della struttura, anche la pericolosità per lo stato di abbandono! Ora la zona è transennata e spero che quanto prima si provveda a rimuovere quel monumento alla sciatteria ed alla bruttura. Dio sta nei particolari! Il governo cittadino dovrebbe porre più attenzione ai dettagli ed ai particolari e rendere più ameno ed accogliente il territorio. Ma sembra che a questa amministrazione interessi di più realizzare grandi, impegnative ed inutili opere (come il parcheggio in corso di realizzazione, o i lavori di trasformazione di piazza degli Eroi) piuttosto che curare il dettaglio!”

Senza riscontro l’appello dei commercianti
Avevano avuto l’ardire di protocollare una nota. E per loro non c’è stato ascolto. i 17 del corso di Ischia avevano, tra l’altro sottoscritto: «Le aiuole confinanti con l’ex esercizio. commerciale denominato “La Pulce”, sono incolte ed abbandonate e ricettacolo di rifiuti di ogni genere, invase da rovi ed erbacce. I tabelloni per le pubbliche affissioni indecorosi ed arrugginiti, i bidoni per la raccolta dei rifiuti ricolmi, i muri a secco delimitanti il pubblico demanio privi di manutenzione ed invasi da erbacce. Insomma un tratto di strada completamente abbandonato e privo di controllo. Illustre sindaco, confidiamo in lei per un aiuto serio e concreto per riportare agli antichi splendori ciò che era un tempo il Corso Vittoria Colonna. Le chiediamo pertanto un intervento urgente volto ad eliminare gli inconvenienti denunciati. Certi di un vostro pronto riscontro, porgiamo distinti saluti»

Tags

Add Comment

Click here to post a comment

golden goose outlet online golden goose femme pas cher fjallraven kanken backpack sale fjallraven kanken rugzak kopen fjällräven kånken reppu netistä fjallraven kanken táska Golden Goose Tenisice Hrvatska Basket Golden Goose Homme Golden Goose Sneakers Online Bestellen Kanken Backpack On Sale Fjallraven Kanken Mini Rugzak Fjällräven Kånken Mini Reppu Fjallraven Kanken Hátizsák nike air max 270 schuhe neue nike air schuhe nike schuhe damen 2019