primopiano

Convocata l’assemblea straordinaria degli avvocati. Nasce la “Nuova Curia”

Determinazioni inderogabili circa il funzionamento del tribunale anche alla luce delle dichiarazioni ufficiali del presidente del tribunale di Napoli sulla sola volontà politica della permanenza della sezione distaccata di Ischia

Paolo Mosè | Il gruppo degli avvocati che si richiama alla nuova sigla “La nuova Curia” ha indetto per venerdì prossimo la convocazione straordinaria dell’assemblea degli avvocati dell’isola d’Ischia. Con una serie di ordini del giorno per mettere in luce le gravi disfunzioni che tuttora si registrano negli uffici della sezione distaccata. E soprattutto di stabilire il rapporto con il presidente del tribunale alla luce di nuovi avvenimenti che avrebbero portato ad un raffreddamento nella collaborazione. Tant’è vero che al primo punto necessita confrontarsi sulla «riorganizzazione della classe forense». E poi ancora: «Determinazioni inderogabili circa il funzionamento del tribunale anche alla luce delle dichiarazioni ufficiali del presidente del tribunale di Napoli sulla sola volontà politica della permanenza della sezione distaccata di Ischia». Affrontare inderogabilmente un altro capitolo, la cui soluzione non trova alcuno sbocco, seppur posta all’attenzione dei vertici della Corte di Appello e del tribunale per la mancata presenza di un cancelliere: «Riorganizzazione strutturale del Giudice di Pace di Ischia alla stregua dell’ingresso del nuovo ordinamento giudiziario in relazione alle competenze allo stesso demandate; individuazione di atteggiamenti di contrasto alla inerzia degli organi preposti al mantenimento delle strutture funzionali di detti uffici». Ordini del giorno sottoscritti dall’avv. Alberto Barbieri dopo aver contattato numerosi colleghi sulla chat “La nuova Curia” e per dare uno scossone ad una situazione stagnante che non fa altro che aumentare le problematiche funzionali della struttura giudiziaria, che se non affrontate in tempi brevi può condurre ad un aggravamento irreversibile.

Tags

Add Comment

Click here to post a comment