primopiano

Concorsone di Del Deo, spuntano altri parenti e cambia la commissione

Erano 890, giovani e... Sostituiti il presidente Delle Grottaglie e la componente Fiorentino. Ma nel corposo elenco dei candidati ammessi, 890, è emersa la presenza di parenti del presidente e di una componente della commissione...

Ugo De Rosa | Non è la prima volta che accade, in particolare nei concorsi banditi dal Comune di Forio. La presenza di parenti dei membri della commissione tra i numerosi candidati, costringe alla modifica della stessa.
E puntualmente si è verificato per il concorso bandito per l’assunzione di undici istruttori amministrativi cat. C a tempo pieno e indeterminato. La commissione era già stata nominata, ed era presieduta dall’arch. Alessandro Delle Grottaglie, preso in prestito dal Comune di Lacco Ameno; dott. Domenico Barbieri, e Cecilia Fiorentino componenti, dott.ssa Francesca Iacono, segretaria. Tanto sono già state fissate le date per la preselezione, a partire dal 24 giugno, e delle prove scritte il 26 giugno.
Ma nel corposo elenco dei candidati ammessi, la bellezza di 890, è emersa la presenza di parenti del presidente e di una componente della commissione, con conseguente incompatibilità. Non c’è da meravigliarsene, visto che siamo su un’isola e considerato il numero di aspiranti a uno degli undici posti fissi tanto sospirati.
Costringendo il rup Rando a una modifica. Nella determina si legge infatti che alla prima riunione della commissione, «ha verificato accuratamente la lista degli ammessi e due commissari, precisamente l’arch. Delle Grottaglie e la Sig.ra Fiorentino, hanno dovuto constatare la presenza di parenti o affini entro il quarto grado e dichiarare la loro situazione di incompatibilità».
A questo punto Rando ha provveduto a nominare due nuovi commissari. Dopo la necessaria modifica, la commissione è ora così composta: dott. Domenico Barbieri, presidente; dott. Giuseppe Amalfitano e dott.ssa Francesca Iacono, componenti; maresciallo Ciro Verde, segretario.
Inoltre, sempre a causa del gran numero di partecipanti, si è ritenuto necessario, come già accaduto per il concorso per l’assunzione dei vigili urbani, di incaricare una ditta esterna che supporti la commissione. In particolare «che possa curare la fase della predisposizione e correzione dei test a risposta multipla, sia relativi alla preselezione che al primo test, al fine di assicurare maggiore efficienza, efficacia e soprattutto trasparenza e speditezza alle operazioni concorsuali, soprattutto dato atto che sono quasi 900 partecipanti».
E si è fatto ricorso ancora una volta alla “Tempi Moderni Spa”, che come riporta Rando in determina «è la stessa ditta che ha curato le fasi concorsuali per l’assunzione degli istruttori di vigilanza ed anche nel vicino Comune di Lacco Ameno, con ottimi risultati di trasparenza e speditezza, nonché di economicità». La spesa per il Comune ammonta a 17.800 euro oltre Iva, ovvero complessivamente 21.716 euro.

www.ildispari.ti

Tags

Add Comment

Click here to post a comment