primopiano rubriche

“Chi sempre mente vergogna non sente”

LA STRADA MAESTRA di Luigi Boccanfuso

Erano mesi che nel paese e tra gli addetti ai lavori circolava la voce di brogli e manomissioni ai verbali della sezione 14 (e dubito solo di quella…) per favorire il cuginetto dell’ex sindaco: quel Maurizio De Luise che non ho mai capito bene quando lavora, mentre ho capito bene che grazie ai favori di famiglia ha fatto beneficiare la moglie di un bel posto fisso nella medesima struttura semi pubblica, senza fare alcun concorso, della serie (“E I VOSTRI FIGLI STANNO A GUARDARE…”).
Non sono in grado di prevedere come finirà questa telenovela tra De Luise e la De Siano dinanzi ai tribunali amministrativi, ma se per un momento penso a come era costituito quel seggio, ho motivo di credere che a seguito del riconteggio delle schede, come disposto dal Consiglio di Stato, uscirà qualche sorpresa…
Inoltre, giusto per restare sul tema “brogli e/o sospetti elettorali”… allo stato dell’arte, sarebbe opportuno e anzi doveroso… verificare a che punto si trova l’indagine fatta dai Carabinieri d’Ischia su quel nutrito elenco di residenze sospette relative a cittadini che alla vigilia delle elezioni si spostarono in massa dal Comune di Casamicciola al Comune di Ischia, tra cui, guarda caso, anche l’intera famiglia del De Luise, parte in causa nella diatriba con la De Siano.
Un approfondimento meriterebbe anche l’attivismo del cittadino Gennaro Pilato per capire cosa lo spinge a tanta costosa e strumentale solerzia… in una materia a lui presumibilmente ignara.
Purtroppo questa vicenda ancora una volta porta alla luce un tessuto sociale malato e oppresso da varie forme di illegalità, ma soprattutto porta alla luce la circostanza ancora più triste, che il regista di tali nefandezze politiche, è sempre la stessa persona che a sua volta si avvale sempre delle stesse complicità…
Certo è che a seguito di questa decisione del Consiglio di Stato mi viene da evidenziare che la delegazione cinese (o meglio i “turisti cinesi” visto che sono gli stessi di 2 anni fa…), che recentemente ha posato per i fotografi nella sala consiliare di Ischia, è stata ricevuta da almeno 3 abusivi e/o temerari:
1)Giosi Ferrandino che in quel momento non ricopriva alcuna carica istituzionale
2)Maurizio De Luise consigliere “abusivo” per poche ore e senza deleghe
3)Marco Bottiglieri defenestrato e diffidato dall’Ascom ed eletto e nominato non si sa bene come, quando e da chi, presidente locale della super chiacchierata AICAST.
È evidente che piuttosto di festeggiare (gratis?) all’Ecstasy dei fratelli Bondavalli, QUESTI PERSONAGGI DOVREBBERO DIVENTARE ROSSI PER LA VERGOGNA, ma come recita un vecchio detto popolare: “CHI SEMPRE MENTE VERGOGNA NON SENTE”.

Add Comment

Click here to post a comment