primopiano

Castagna denuncia Famiglia Cristiana. Ma non vede la vignetta della vergogna!

Ida Trofa | Per Castagna ed i suoi la vignetta è palesemente offensiva, diffamatoria e lesiva dell’immagine del nostro Comune e della reputazione di tutti i suoi cittadini e che potrebbe integrare ipotesi delittuose quali la calunnia e/o diffamazione a mezzo stampa, salvo altri reati di analoga o maggiore consistenza e pertanto merita i provvedimenti legali ad assumersi
Tanto si legge nel provvedimento firmato dal sindaco casamicciolese: “Premesso che in data 21 agosto 2017, il Comune di Casamicciola Terme ed altri comuni dell’isola di Ischia sono stati colpiti da un eccezionale evento sismico che ha determinato una grave situazione di pericolo per l’incolumità delle persone e per la sicurezza dei beni pubblici e privati; tale fenomeno sismico nel Comune di Casamicciola Terme ha provocato la perdita di vite umane, nonché numerosi feriti e sfollati e gravi danneggiamenti alle infrastrutture viarie, ad edifici pubblici e privati, alla rete dei servizi essenziali ed alle attività economiche,nonché l’inagibilità totale o parziale dl immobili pubblici e privati; nell’emergenza è stata adottata l’ordinanza n. 58 del 22 agosto 2017 al fine di impedire l’accesso e il funzionamento, anche a causa del rischio di crollo degli edifici in muratura che hanno subìto ingenti danni a causa dell’evento sismico; con delibera di Giunta comunale n.113 del 22.08.2017 e stato richiesto lo stato di calamità; con delibera della Presidenza del CDM del 29.08.2017 è stato dichiarato lo stato di emergenza; con Ordinanza n.00476 del 29.08.2017 il Capo del Dipartimento della Protezione Civile ha tra l’altro, nominato il Commissario al Piano di interventi; che gran parte degli organi di stampa e Tv a livello nazionale nella fasi immediatamente all’evento diffondevano notizie circa i crolli conseguenti al sisma, associandoli ad un diffuso e consentito abusivismo edilizio; in particolare la rivista “ Famiglia Cristiana “ in data 29.08.2017 diffondeva in rete e successivamente pubblicava sul numero 36 del 03 settembre 2017 una vignetta di tal Pier Aldo Vignazia nella quale si rappresentava un cartello stradale con la dicitura “CASABUSIVAMICCIOLA Nuova Toponomastica “ ironizzando sulla denominazione del Comune di Casamicciola Terme e sui danni subiti in occasione del sisma, il tutto come evidenziato nella vignetta allegata; considerato che la vignetta è palesemente offensiva, diffamatoria e lesiva dell’immagine del Nostro Comune e della reputazione di tutti i suoi cittadini e che potrebbe integrare ipotesi delittuose quali la calunnia e/o diffamazione a mezzo stampa, salvo altri reati di analoga o maggiore consistenza; ritenuto che la risonanza mediatica della vignetta ed il periodo di pubblicazione ha comportato e comporta pesanti ricadute anche sull’economia locale, incentrata per lo più sulle attività turistiche e ricettive, gravemente penalizzate dalla rappresentazione negativa data al Paese; ravvisata pertanto la necessità di tutelare in ogni sede prima e con ogni iniziativa utile, l’immagine e la rispettabilità della comunità casamicciolese, oltraggiata, offesa e deturpata dall’infamante vignetta.”
Altri soldi ed altri denari in consulenze mentre le macerie e restano per strada e si attendono interventi concreti per il paese.
Un atto pagato con i soldi della comunità che fa seguito all’aggressione in stile intimidatorio perpetrato dagli alti vertici e gaglioffi accompagnatori del governo Castagna . Serve ogni intervento ma sopratutto servirebbe concretezza per Casamicciola alta, l’unica porzione di paese devastata dal sisma. Per di più che si va a perseguire il giornale delle famiglie cristiane quando lo stesso giornale ha pubblicamente chiesto scusa cosi come le autorità ecclesiali che lo rappresentano.

NDD.
E’ assurdo che il sindaco di Casamicciola si indigni per una vignetta su un segnale stradale e non, invece, per una squallida vignetta che ritrae e ridicolizza la nostra LINA sotto le maceria della chiesa caduta. Ma quella vignetta è quella del giornale dove Castagna trova spesso ospitalità e, in parte, “condivide” un dipendente con l’AMCA. Gadme

Tags

5 Comments

Click here to post a comment

  • Quella vignetta, seppure di pessimo gusto, non potrà mai essere condannata da un giudice perché sulla nostra isola l’abusivismo purtroppo c’è stato; anzi, i media finirebbero per parlare ancora di più dell’abusivismo se si andasse in tribunale!
    Per fortuna per ora si tratta solo di una richiesta di parere legale affidata a Marciano, che dovrà esprimersi sulla convenienza o meno di adire un giudice.
    E poi nella stessa delibera, firmata solo da Castagna – Cimmino e Barbieri, si cita il fatto “che gran parte degli organi di stampa e tv a livello nazionale nella fasi immediatamente all’evento diffondevano notizie circa i crolli conseguenti al sisma, associandoli ad un diffuso e consentito abusivismo edilizio”: e allora come fai a querelare un solo giornale per una sola vignetta, quando gran parte dei media nazionali hanno associato i crolli all’abusivismo?!?
    O sono incapaci, o si divertono a sperperare i nostri soldi: tertium non datur!

  • Questa iniziativa dell’amministrazione di Casamicciola è una vera e propria cialtroneria e purtroppo diventerà un boomerang mediatico.
    Pensassero piuttosto a fare cose utili e concrete per le famiglie seriamente colpite dal sisma.

  • Ei Castagna scripsit e Cimmino e Barbieri sottoscrissero: “… diffamatoria e lesiva dell’immagine del Nostro Comune e della reputazione di tutti i suoi cittadini…”. Ho letto bene TUTTI I SUOI CITTADINI? Cioè a Casamicciola non c’è nemmeno un cittadino che possa essere giustamente etichettato come abusivo?
    Se esiste un Santo protettore dei RIDICOLI, dubito che possa intercedere positivamente per ottenere riconosciuta la non punibilità dei tre in quanto, essendo palesemente impraticabile la richiesta di applicare le attenuanti previste per la “buona fede”, potrebbe solo appellarsi alla loro incapacità di intendere e di volere… nel qual caso legioni di cittadini sottoscriverebbero (anonimamente!) di corsa il referto medico.

  • Ha fatto bene il sindaco a denunciare famiglia cristiana, la vignetta oltre che a essere di pessimo gusto offende anche le persone che non ha niente a che vedere con l’abusivismo