primopiano

Castagna Bis: tutto pronto per la giunta Lunedi il consiglio verità alle ore 20.00

Castagna sceglie la Pizzeria del Corso per il primo consiglio della sua nuova sindacatura. “Tradita” la sede storica per far spazio alla festa e alle foto di rito. Lunedì giù i veli sull'esecutivo

Ida Trofa | Ci siamo quasi! Tutto pronto, ufficialmente, per la ratifica burocratica e formale del Castagna Bis. La legge lo prevede, il voto del 26 maggio 2019 lo ha imposto. Il sindaco Giovan Battista Castagna nell’ultimo giorno utile (10 giorni per la convocazione e 10 giorni per tenerlo previsti dalla legge) ha convocato il consiglio comunale in sessione ordinaria, in seduta pubblica di prima convocazione, per lunedì 17 giugno 2019. Appuntamento alle ore 20.00 presso la insolita sede della Pizzeria del Corso in via Luigi Manzi e non già nella sede comunale provvisoria del Capricho di Piazza Marina. Anche questi sono i drammi causati dal terremoto. Cogenti e pregnanti i temi del primo consesso che darà il là al secondo mandato dell’Ingegnere Giovan Battista Castagna alla guida del paese. Molti i temi in argomento, tutti fondamentali.
Su tutti la convalida degli eletti all’esito dell’ultimo risultato elettorale, il giuramento del Primo Cittadino, l’elezione del presidente del consiglio che prenderà il posto dell’uscente Vincenzo D’Ambrosio e del vicepresidente del consiglio comunale a prendersi il testimone di una impalpabile Caterina Buono.
Ci sarà ancora la nomina dei componenti della giunta (forse l’argomento più atteso. Si procede con la conferma del metodo Cencelli) e della commissione elettorale. Anche questo punto di importanza cruciale in tema di equilibri e forze politico-elettorali.

10 punti all’odg. Dopo il tema elettorale le somme urgenze da frana e la ristorazione pubblica e scolastica
Il tema elettorale è senza ombra di dubbio il succo. Sono questi i primi sei punti all’ordine del giorno di una seduta ricchissima che ne prevede ben 10.
Poi spazio anche agli argomenti sospesi nell’ultimo periodo del “Castagna 1”. Tra cui la necessità di portare alla discussione l’emergenza riscontrata lo scorso inverno, in un giorno tragico, presso via Tommaso Morgera ex statale 270 all’altezza delle eliporto di Casamicciola Terme con il riconoscimento di legittimità della spesa sostenuta che va lo abbiamo in favore della Balga la somma sotto soglia dei 40.000 €. Ancora l’emergenza riscontrata in Corso Vittorio Emanuele strada provinciale 123 Circumvallazione Casamicciola, nello stesso maledettissimo giorno di frane che colpirono il comune isolano riponendo la gravità del rischio idrogeologico a cui è esposto. Siamo ancora al riconoscimento di somme urgenze per lavori di somma urgenza e il riconoscimento di legittimità della spesa sempre in favore della società dei fratelli Balestrieri la fu Balga. Una cifra sempre inferiore a 40.000 €. Spazio anche alla ricostruzione. Il consenso si concluderà con la ratifica dell’adeguamento della delibera di giunta comunale numero 81 del 15 maggio 2019 per l’adeguamento degli ambienti didattici dei plessi scolastici di cui al decreto del MIUR numero 874 del 2018 con una variazione di bilancio. Questo prima di chiudere con l’adeguamento alla normativa vigente del regolamento urbanistico edilizio comunale RUEC. Questi ultimi punti non discussi nell’ultimo consiglio comunale del Giovan Battista Castagna prima presieduto dall’allora presidente del consiglio rottamato dal voto ultimo.

Tags

Add Comment

Click here to post a comment