primopiano

Casamicciola, consiglio comunale pre-liste

Il prefetto Pagano diffida, D’Ambrosio convoca. Dopo la diffida la convocazione del consiglio comunale per il bilancio di previsione 2019-2021 a 48 ore dalla presentazione delle liste

Ida Trofa | La prefettura diffida, il presidente del consiglio comunale, D’Ambrosio, convoca.
Il rischio scioglimento anticipato del consesso incombeva. C’è voluto l’aut aut di Carmela Pagano per smuovere, ancora di più, le acque agitate di Casamicciola Terme.
Arriva, così, in extremis, negli ultimi giorni validi a rispondere la diffida prefettizia, la convocazione del consiglio comunale di Casamicciola terme.
La seduta in sessione ordinaria e in seduta pubblica di prima convocazione è fissata per per martedì 23 aprile 2019 alle ore 13.00 e in seconda convocazione per mercoledì 24 aprile 2019 alle ore 20:30. L’obiettivo è il bilancio di previsione 2019-2021.
A quarantott’ore dalla presentazione delle liste, si terrà uno degli ultimi consigli comunali di questa era Castagna. Saranno giorni caldissimi.
E’ il presidente Vincenzo d’Ambrosio a darne notizia. La seduta si terrà presso i locali del Capriccio di Calise in piazza Marina. Sei punti all’ordine del giorno. Al primo punto l’approvazione del documento unico di programmazione per il periodo 2019-2021 a seguire la proposta di approvazione dello schema di bilancio di previsione 2019-2021 con gli allegati relativi. Al terzo l’emergenza riscontrata verso la via Tommaso Morgera ex statale 270 ,all’altezza dell’eliporto per i lavori di somma urgenza ordinati ed il riconoscimento della legittimità della spesa che sfiora i 40.000 €, ancora l’emergenza riscontrata presso il Corso Vittorio Emanuele circonvallazione di Casamicciola. Qui sempre lavori di somma urgenza e riconoscimento della legittimità della spesa per un importo di poco inferiore a 40.000 €. Entrambe le somme urgenze afferiscono alle attività poste in essere nella nefasta giornata del 25 gennaio 2019 ed affidate alla Balga. Infine l’approvazione del regolamento urbanistico edilizio RUEC in conformità ai contenuti della struttura di regolamento edilizio tipo RET, giusta delibera di giunta regionale numero 287 del 23 maggio 2017 pubblicata il Burc 46 del 9 giugno 2017 a chiudere le comunicazioni.

Periodo denso di scadenze per i comuni e, per Casamicciola, di scadenze, urgenze e impegni elettorali.
In particolare però, il 31 marzo, era l’ultima data utile per licenziare il bilancio di previsione 2019-2021. Sui preventivi, la dead-line per i sindaci rimane quella decisa dal decreto del ministero dell’interno il 29 novembre 2017. Tensioni politiche, ritardi somme urgenze post sisma non ancora riconosciute per coprire le pesanti poste in bilancio, il governo Castagna ha saltato l’ennesima scadenza.
Casamicciola va, così, in diffida, ma l’esecutivo Castagna non si scompone più di tanto. Ultima data possibile il 28 aprile, ma il primo cittadino riesce a chiudere e fissare il consiglio quattro giorni prima, al fotofinish. Saranno settimane di fuoco.

La diffida prefettizia, un must di casa Castagna sui bilanci. Casamicciola fuori tempo massimo!
Era arrivato l’8 aprile ed è oramai un vezzo, la nota prefettizia per la mancata approvazione del bilancio di previsione che doveva essere processato il mese scorso. La nota che di fatto impone la convocazione per evitare il maglio del TUEL. Il termine era stato differito anche su richiesta dell’AMCIM al 28 febbraio e poi al 31 marzo 2018. Siamo ormai ad aprile inoltrato.
Un bilancio di previsione che, sebbene slittato tra marzo ed aprile, anche grazie a proroghe e rinvii che hanno sancito gli ulteriori termini di scadenza, resta ancora in ballo. Neppure questo è bastato al Governo Castagna, sollecitato già il 12 marzo. Ora, per l’esecuzione e gli adempimenti del caso, la prefettura di Napoli con il Prefetto Carmela Pagano ha disposto che la stessa diffida sia trasmessa a tutti i consiglieri comunali.
Eccone uno stralcio: “Il sig. Presidente vorrà fornire assicurazione sull’avvenuta notifica a tutti i componenti l’organo consiliare con espressa indicazione della data di notifica all’ultimo dei Consiglieri comunali” scrive la Prefettura riferendosi al Presidente Vincenzo D’Ambrosio, al sindaco Giovan Battista Castagna e al Segretario Carmine Testa. Il Dirigente dell Enti Locali chiarisce inoltre che “Il TUEL fissa al 31 dicembre il termine per la deliberazione del bilancio di previsione finanziario riferito ad decreto temporale triennale e dispone che tale termine essere differito con del Ministro dell’Interno, con Ministro e delle Finanze, sentita la Conferenza Stato-Città-Autonomie Locali in presenza di motivate esigenze”.
E’ stato, in ogni caso, confermato con questo atto forte, che sicuramente non depone a favore dell’operato governativo, l’intervento sostitutivo del Prefetto, ancor di più vista la precedente diffida
prefettizia n. 0072167 del 12 marzo 2019 con la quale sono state invitate le amministrazioni comunali dell’area metropolitana Napoli a far conoscere gli estremi dell’avvenuta approvazione del citato documento contabile nel termine di legge o, in caso negativo, la eventuale approvazione dello schema di bilancio da parte della Giunta Municipale relativo alle previsione finanziario 2019/2021.
Gli inquilini del Capricho hanno provveduto a notiziare il prefetto rilevando come il Consiglio comunale non ha provveduto a deliberare il bilancio di previsione del citato triennio, mentre la Giunta ne ha approvato lo schema.
Il comune di Casamicciola aveva già comunicato l’approvazione in giunta del Bilancio di fatto avvenuta in assenza degli assessori Ignazio Barbieri e Loredana Cimmino il 2 aprile scorso.
Barbieri e Cimmino saranno della partita in consiglio? Sarà allora che si conteranno gli uomini e le manine.
Voteranno il bilancio in quello che verosimilmente potrebbe essere l’ultimo consesso ante voto sempre che non si riesca nell’impresa id far accavallare le scadenze?
In ogni caso il documento contabile su cui sarà chiamato ad esprimersi il consiglio si fonda sulle previsioni di entrata e di spesa allocate in bilancio in base alle comunicazioni dei Responsabili di servizio e sulla indicazioni fornite dall’Amministrazione, tenuto conto delle esigenze del servizi e degli obiettivi di gestione da perseguire.
Per ora c’è una certezza, il Prefetto Pagano “ha diffidato il consiglio comunale di Casamicciola all’approvazione Terme del bilancio di previsione 2019/2021, nel termine massimo di venti giorni, decorrenti dalla relata di notifica del provvedimento all’ultimo dei Consiglieri, significando che, in mancanza, saranno attivati i poteri sostitutivi di cui all’art. 141, comma 2, del D. Lgs 18 agosto 2000, n. 267 ed avviata la procedura per lo scioglimento del Consiglio Comunale. Il Presidente del Consiglio comunale di Casamicciola Terme provvederà alla notifica del presente provvedimento ai Consiglieri comunali, fornendo tempestiva assicurazione allo scrivente Prefetto”.
L’ulteriore allungamento dei tempi, questi 20 giorni che separano Casamicciola dalla scadenze di bilancio ma anche dalla presentazione delle liste potrebbe persino fare comodo ai giochi elettorali e di schieramento.
Il grosso nodo resta quello politico, Castagna in questi anni ha dato lezione di “manine“ e peso in consiglio, facendo sempre prevalere la ragione dei numeri tra gli scranni.
Far quadrare le poste del documento contabile è l’ultimo dei problemi, in particolare dovuti alla mancata di entrate certe a fronte dei costi sostenuti. Questi sono falsi problemi per il modus operandi governativo, il vero nodo sta ora più che mai nelle alleanze.
A questo si aggiunge la rilevanza ed il grave peso del terremoto. Nel merito appaiono palesi le difficoltà mostrate nella compagine governativa e del comune di Casamicciola nel rispettare le scadenze e in particolare il termine previsto del termine di approvazione dei bilanci di previsione dell’ente locale.
Non è solo il bilancio preventivo a dare qualche grattacapo al Governo Castagna, che in ogni caso potrà comunque usufruire dei canonici 20 giorni prima che i prefetti si attivino. Dunque il bilancio sarà approvato in consiglio tra il 23 e il 25 aprile.

www.ildispari.it

Tags

Add Comment

Click here to post a comment