primopiano

Barano Multiservizi, è finita la benzina. Letteralmente

Se il furto di una batteria dal compattatore dell’altra settimana poteva sembrare un accanimento non giustificato alla partecipata guidata dalla dottoressa Roberta Di Costanzo, la notizia di oggi, invece, è l’emblema della cattiva amministrazione del settore da parte degli uffici di Via Corrado Buono.

Ma se un settore, delicato come questo, deve essere affidato all’assessore Sergio Buono, questa fine sembra quasi scontata. Se pensi, ai permessi a costruire dei clienti e di te stesso, più che della salute finanziaria della partecipata che raccoglie i rifiuti, lo scenario è quello più che prevedibile.

Ebbene, da ieri si sono chiuse le porte per il rifornimento di carburanti. Non c’è più “credito” presso chi, invece, ha sostenuto l’azienda di Barano per mesi e mesi senza vedere un quattrino.

E, intanto, i cittadini di Barano si preparano a pagare la batosta del 40% sul costo del servizio.

Contributi non pagati, pignoramenti dall’Agenzia e, ora, anche lo stop del rifornimento dei carburanti e, dulcis in fundo, lavoratori senza stipendio

A questo punto è lecito chiedersi se dalle parti di Barano Multiservizi ci si preoccupa solo di pagare, anticipatamente, il trasporto marittimo e tutto il resto, invece, deve aspettare i comodi di “lor Signori da Barano”?

Tags

3 Comments

Click here to post a comment

  • L’amministrazione continuasse a fare assunzioni a gogo… si vedono sempre facce nuove alla Barano Multiservizi. Tanto poi sono i cittadini a pagarne le conseguenze mentre loro hanno a disposizione un bacino sempre più ampio per chiedere voti alle tornate elettorali.

    • Non servano piu assunzioni a fare la guardia a camion Fermi in mezzo alle strade a ore intere bensi raccoglitori piu grandi che vengano svuotati quando pieni!