Sport

Barano, 5 sberle alla salvezza dopo un secondo tempo horror

L’inviato: Francesco Leone – Il Barano torna dalla trasferta in casa della Flegrea con le ossa rotte. Anzi di più. La squadra di Gianni Di Meglio, dopo un primo tempo in cui aveva sofferto solo nelle battute iniziali, va in vantaggio ad inizio ripresa ma poi cede completamente la scena all’avversaria. Il finale è davvero eloquente: 5-1 in favore dei padroni di casa che, alla fine, non hanno dovuto sforzarsi più di tanto per raggiungerlo. Un black out, quello avuto dalla compagine ischitana, su cui dovrà ragionare non poco mister Gianni Di Meglio in questa settimana. Coi 3 punti conquistati, la Flegrea balza a 24 punti in classifica, supera addirittura il Real Forio ed oggi sarebbe salva. Il Barano, invece, ripiomba al terzultimo posto e dovrà sudare più di 7 camice per provare ad evitare il play out.
Il match è stato equilibrato nella sua prima frazione. Ad una partenza migliore dei flegrei, a fatto da contraltare un Barano più pimpante non appena ha alzato il suo pressing. Prima Cirelli e poi Scritturale hanno provato da lontano, senza però impensierire troppo Ciccarelli. Ma è stato sempre Cirelli a fallire la rete dell’1-0 verso la mezz’ora (il suo tiro è stato salvato sulla linea a portiere superato). La replica di Costagliola (bello slalom al limite e tiro di desto centrale) è stata ribattuta con i pugni da Di Chiara. La prima frazione si è chiusa con gli aquilotti che hanno lasciato l’impressione di poter vincere.
Ad inizio ripresa, poi, Scritturale ha portato in vantaggio gli ospiti sfruttando un errato disimpegno del portiere (era già successo nei primi 45 minuti), ma da qui lui ed i suoi compagni scompaiono dal campo. Prima Punziano sugli sviluppi di un calcio di punizione (pallonetto beffardo che va a morire all’incrocio) e poi Lucignano (colpo di testa indisturbato dal cuore dell’area su cui è incerto Di Chiara), ribaltano la situazione. Il Barano non c’è proprio più e Pastore, su un bel cross dalla destra, anticipa Errichiello e batte per la terza volta l’stremo difensore baranese e dedica il gol al cugino scomparso la scorsa settimana. Alla festa della Flegrea partecipano anche Massaro e Di Napoli. Il resto del match è stato abbastanza noioso, a parte – dopo una brutta prestazione (come lui anche Conte e Montanino su tutti) – l’espulsione di Mario Pistola per doppia ammonizione.

LE FORMAZIONI – Il Barano ha dovuto fare a meno di Kikko Arcamone ed è stato messo in campo da Gianni Di Meglio con un 4-3-3 che ha visto Di Chiara a difesa della porta, la linea difensiva composta da Errichiello, Chiariello, Di Costanzo e Pistola, il centrocampo da Conte, Pistone e Scritturale più Angelo Arcamone, Cirelli e Montanino nel tridente offensivo.
Sul versante opposto, Michele Califano non ha potuto schierare Palma e Moccia, ha messo i suoi in campo con un 4-4-2 che ha visto Ciccarelli fra i pali, la linea difensiva formata da Petrone, Iannuzzi, Pirozzi e Del Grande, il centrocampo da Massaro, Romano, Costagliola e Di Napoli con Pastore e Lucignano in avanti.

EQUILIBRIO – Al 14′ è la Flegrea a conquistare una punizione dal limite destro dell’area avversaria, sulla battuta va Massaro e il pallone va di poco fuori. Al 22′ è il Barano che cerca di impensierire i padroni di casa, e lo fa con un colpo di testa di Di Costanzo che vene bloccato da Ciccarelli senza problemi. Il match scorre e al 33′ è Andrea Iannuzzi che salva la porta di Ciccarelli ponendo il pallone in corner dopo un tiro a botta sicura di Cirelli. Il salvataggio vale quanto un gol. Al 34′ la Flegrea diventa pericolosa con capitan Costagliola, il suo tiro potente lo respinge Di Chiara. Allo o scadere del primo tempo infortunio per il flegreo Pirozzi: dentro Punziano.

HORROR – Al 50′, il Barano trova il vantaggio con Scritturale: Ciccarelli sbaglia l’appoggio fuori area ed il centrocampista baranese recupera palla, si avvicina all’ara e mette in rete. La Flegrea ha subito una buona reazione: al 53′ Di Napoli mette in area per Punziano che spalle alla porta beffa con un velenoso pallonetto Di Chiara. Al 56′, bella incursione di Massaro che chiama in causa Lucignano che di testa sigla il 2-1. La Flegrea è senza freni e cerca un nuovo gol: al 64′ è ancora Di Napoli che arpiona un bel pallone lo passa a bomber Pastore che sigla il tris. Al 71′, Lucignano apre per Massaro che si accentra e con la complicità della deviazione di Di Costanzo, cala il poker al Barano. Al 74′ azione corale gialloazzurra ed ecco che Pastore che, con grande generosità, apre per Di Napoli, che realizza la definitiva manita. Al 76′ il Barano resta in 10 uomini per espulsione di Pistola per doppio giallo. Senza recupero il signor Francesco Crispino della sezione di Frattamaggiore pone fine alle ostilità.

FEGREA        5
BARANO      1

FLEGREA: Ciccarelli, Petrone (80’Grimaldi), Del Grande, Costagliola, Iannuzzi (80’ Salierno), Pirozzi (44’ Punziano), Romano, Di Napoli (88’ Illiano), Pastore (75′ Di Maio), Massaro, Lucignano. A disposizione: Guadagno, Di Meo, Mollica, Duca. Allenatore: Michele Califano.


BARANO: Di Chiara, Errichiello, Pistola, Pistone, Chiariello, Di Costanzo, Monatanino, Conte, Arcamone A. (81’ D’Antonio), Scritturale (65′ Guidone), Cirelli (79’ Manieri). A disposizione: Migliaccio, Di Meglio, Cuomo C., Cuomo R., Mattera, Punzo. Allenatore: Giovan Giuseppe Di Meglio.

Arbitro: Francesco Crispino della sez. di Frattamaggiore (Ass.: Ferraro di Frattamaggiore e Pulzone di Avellino)

Reti: 50’ Scritturale (B), 53’Punziano F), 56’Lucignano (F), 64’Pastore (F), 71′ Massaro (F), 74’Di Napoli (F)

Ammoniti: Pirozzi (F), Pistola (B)

Espulso: al 76’ Pistola (B) per doppia ammonizione

Calci d’angolo: 2-2

Recupero: 0’p.t., 0’s.t.

Add Comment

Click here to post a comment