primopiano

Assolti! Pascale, Calise ed Irace incassano una storica sentenza: “il fatto non sussiste”

La IV Sezione penale assolve con  formula ampia  la classe politica di Lacco Ameno

Assolti Giacomo Pascale, Ciro Calise e Tuta Irace per i reati di abuso in atto di uffici. Con loro l’allora tecnico Crescenzo Ungaro e l’immancabile Oscar Rumolo. La storia riguarda la vicenda dei lavori monnezzari alala 167 all’epoca della sindacatura Irace, Finisce cosi lo psicodramma politico dell’estate. Gli imputati sono stati assolti dal reato di Abuso in atti d’ufficio, prescritti invece i reati in materia edilizia. Una sentenza per certi versi storica che assolve con formula piena la classe dirigente lacchese.
“Finalmente si è chiusa questa storia ci ha dichiarato il sindaco Giacomo Pascale che poche ora prima si era detto fiducioso: “Come finirà questo processo ancora non si sa. Bruno (l’avvocato Bruno Molinaro, ndr) è stato superlativo ha parlato due ore senza sosta con un’ottima chiarezza espositiva in punta di fatto e di diritto fornendo sentenze di cassazione per ogni punto, comprensibile anche a chi, come me, di penale non capisce nulla. Sono sereno e fiduciosoanche alla luce dei numerosi interventi ascoltati da tutti i difensori e mi sto ancora chiedendo: ma io qua che ci faccio? Ancora devo capire di cosa sono accusato. Dov’è l’abuso che avrei commesso?”.
Raggiante anche il “Barbiere” Ciro Calise che con il Barone Pascale ha condiviso tutte le sue scelte: “Il prefetto ci diceva di togliere i rifiuti ed i camion dalla strada e dalla litoranea, la giustizia ora ci mette sotto accusa per aver trovato una soluzione a quell’ordine scegliendo un terreno e l’intervento d’urgenza alla 167“ ci ha dichiarato il capogruppo Ciro Calise. Dopo la gioia spazio ai selfie davanti al tribunale e ai brindisi per lo scampato pericolo.

Tags

9 Comments

Click here to post a comment

  • Tutti quei bei giochetti che facevi sul rimpasto della giunta, sul nuovo sindaco “tecnico”….ahhahaha!!
    Meschino Giornalaio

      • AHhahahahahhaahha resta tutto come avete scritto….tranne una piccolissima cosa: Lacco Ameno ha ancora il suo Sindaco e la sua Amministrazione e quei bassi personaggi di cui scrivevate – e con i quali scrivete – sono ormai politicamente morti…
        E’ sempre uno spasso leggerVi! Vi aspettiamo per il prossimo articolo sul porto!
        Giornalaio Burlone depositario di tutte le verità!

          • AHahahahahahahahahahahahahahahahahaahahahahahahahahaah. Capisco che ci siete rimasti un po’ male però dare dell’Ebete a chi commenta mi sembra eccessivo…vabbè non me la prendo, tanto siete “bassi”. Riprovateci però…rimandate la vostra “bassa” giornalista – ..giornalista…- a Lacco Ameno…e vedete se riusciti a fare qualche altro scoop!!! Tanto tra “bassi” ve la intendente!
            P.s: forse il VERO nome di chi vi detta gli articoletti inizia per C!!
            Giornalai Simpaticoni!!!

          • AHahahahahah che Giornalista avaro di linguaggio che altro non sa fare se non offendere la gente che commenta. Stando sulla riva del fiume, con le tue basse compagnie, compra un dizionario, almeno chissà riesci ad aumentare il tuo vocabolario!
            Con affetto
            p.s: attenti a non starci troppo sulla riva del fiume che il sole scotta.
            GIORNALAIO